Skip to content

Lo sviluppo economico cinese: opportunità per le imprese italiane

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Filadelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Lorenzo Caselli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 73

La globalizzazione dei mercati non è un fenomeno del tutto nuovo; infatti secondo una periodizzazione sufficientemente condivisa l’economia mondiale ha vissuto tre fasi di globalizzazione: la prima nel periodo 1870-1914, la seconda con gli anni 1915-1980, e la terza, quella attualmente in corso dal 1980. Questa ultima fase presenta alcune similitudini, ma soprattutto molte differenze rispetto alle due precedenti. Le similitudini sono riconducibili all’ulteriore sviluppo del commercio internazionale e degli investimenti esteri, mentre la differenza di maggior rilievo consiste nella partecipazione ai mercati globali di numerosi Paesi in via di sviluppo, che per la prima volta sono riusciti ad avvalersi dell’abbondanza di forza lavoro di cui dispongono, ottenendo un vantaggio competitivo nei prodotti e nei servizi labour-intensive. Considerando, in particolare, gli investimenti diretti esteri, notiamo come essi considerino i PVS non più solo come destinatari degli investimenti, ma anche come attori da cui si originano flussi in uscita degli investimenti stessi.
Nel presente elaborato analizzerò il caso più dirompente, cioè quello della Cina, che da anni si trova in situazione di ipercrescita; infatti, sfruttando le peculiari condizioni del proprio mercato interno e aprendosi agli scambi commerciali con il resto del mondo, la Cina si è trasformata nella quarta economia del mondo in termini di PIL.
Ripercorrendo, nel capitolo 1, le principali tappe che storicamente hanno portato la Cina ad attuare numerosi processi di apertura al resto del mondo, (fino a giungere all’ingresso nell’OMC del 2001), nel capitolo 2 esaminerò le principali caratteristiche della “Cina oggi”, soffermando l’analisi sulla politica economica che il governo ha deciso di intraprendere con l’XI Piano Quinquennale(2006-2010).
Nel capitolo 3 analizzerò l’apertura cinese al resto del mondo, ossia i dati relativi alle esportazioni ed alle importazioni, nonché agli investimenti in entrata ed in uscita, dedicando l’ultimo paragrafo(3.4.) alle modalità di investimento in Cina concesse dal governo.
Tale analisi verrà circoscritta, nel capitolo successivo, ai rapporti della Cina con l’Italia, analizzando in particolare come si siano evoluti gli investimenti italiani in Cina ed esaminando sotto vari aspetti la “presenza italiana oggi” (4.2.).
Nell’ultimo capitolo analizzerò due aspetti che conseguono alla globalizzazione dei mercati: infatti essa ha comportato da un lato il progressivo incremento della tensione concorrenziale anche in settori di tradizionale specializzazione delle imprese italiane(5.2.), ma dall’altro(ed è l’aspetto su cui mi soffermerò maggiormente nel capitolo), ha prospettato la possibilità per le nostre imprese di inserirsi in un nuovo mercato per collocarvi la propria offerta(5.1.).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1: TAPPE ESSENZIALI DELLO SVILUPPO ECONOMICO CINESE2 L’emersione della Cina sulla scena economica mondiale va intesa come la conseguenza di decisioni di politica economica che il Governo nazionale, e dunque il Partito Comunista Cinese, ha prima adottato e poi attuato con competenza e tenacia. Nel 1949 viene proclamata la Repubblica Popolare Cinese; per un trentennio la Cina adotterà con Mao Zedong un’economia collettivista ed autosufficiente, caratterizzata dalla chiusura nei confronti di ogni influenza straniera, ad eccezione della sola collaborazione con l’Unione Sovietica(1953-57), sulla base di un modello di sviluppo fondato sulla pianificazione centralizzata. Le parole d’ordine sono proprietà pubblica, collettivizzazione delle campagne, isolamento, pianificazione, partito unico, centralizzazione statale. 1.1. - I presupposti politici La svolta del Paese ha inizio nel 1978, dopo la morte di Mao Zedong, allorché il nuovo corso politico, raccolto intorno a Deng Xiao Ping, dà avvio a una graduale opera di modernizzazione della Cina, basata sulla valorizzazione dell’iniziativa privata e sull’apertura verso l’estero, la cosiddetta politica della “porta aperta”. Dopo la morte di Mao Zedong, il Comitato centrale del Partito comunista cinese, pur senza condannare il “Grande Timoniere”, dà avvio alla “demaoizzazione” dell’economia, aprendo il processo alla strategia economica seguita nei vent’anni precedenti, condannando il sovrainvestimento, la stagnazione del livello di vita, la sottrazione di risorse alle campagne, l’eccessiva rilevanza attribuita alle industrie pesanti, l’irrazionalità nella gestione delle aziende, l’ossessione dell’autosufficienza, causa di rilevanti sprechi di risorse. Nel 1978, il Comitato centrale del Partito avvia così le “4 modernizzazioni”: agricoltura, industria, difesa e scienza. Nelle campagne, abbandonate le comuni e le 2 Il presente capitolo è stato sviluppato prendendo spunto dal saggio di Giuseppe Bertoli- “Globalizzazione dei mercati e sviluppo dell’economia cinese”, da Impresa Progetto(2008)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aziende italiane cina
china hu jintao
economia cinese
export in cina
export italiano in cina
globailizzazione
l economia cinese
mercati cina
sviluppo economico cinese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi