Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Servizi di Outsourcing nell'Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo

L’esternalizzazione di attività di supporto al core business, in particolare l’IT, è una scelta strategica che le aziende attuano con sempre maggiore frequenza.
L’opportunità di accedere a tecnologie all’avanguardia e in continua evoluzione, abilitanti al successo del proprio business, di ottenere servizi di eccellenza erogati dai migliori player e la possibilità di flessibilizzare i costi fissi sono i fattori principali che guidano questa scelta.

Il lavoro offre un’ampia panoramica del mercato dell’outsourcing nell’IT. Si analizzano le relazioni tra le varie componenti del mercato attraverso lo strumento del diagramma di Porter. Viene fornita una presentazione della tipologia (Infrastructure, Applications, Network) e del valore della domanda a livello mondiale. Segue un’analisi dei principali fornitori globali di servizi di outsourcing sia in termini di strategie che di quote di mercato. Un capitolo è dedicato al fenomeno della delocalizzazione con particolare riferimento alle dinamiche offshore e al caso India.
Sono esaminati gli aspetti contrattuali che regolano il rapporto tra chi eroga e chi fruisce dei servizi, l’importanza della Governance e degli SLA. Viene proposto un Case-Study di un’importante compagnia di assicurazioni che ha attuato in modo estensivo l’esternalizzazione dell’IT e sono infine ripercorse le tappe salienti di uno dei player che ha fatto la storia dell’outsourcing.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Servizi di Outsourcing nell‟Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo Marco Morelli – Gennaio 2010 1. Introduzione e Definizione L‟outsourcing è una scelta strategica che orienta e vincola la gestione dell‟impresa. Si configura come un contratto che impegna le parti al rispetto di standard di servizio specificati e che ha per fine il trasferimento di attività. Nasce dalla ricerca di una sempre maggiore efficacia ed efficienza. Fare e fare meglio. Ma non si può paragonare il rapporto di outsourcing al legame tradizionale che si instaura tra cliente e fornitore. Anzitutto la durata del contratto non può essere breve (deve sussistere per almeno tre anni), occorrono dei parametri prestazionali rigidi e controllabili 1 (SLA e KPI), entrano in gioco variabili chiave come la gestione delle risorse umane che trasmigrano fra aziende; questi e altri fattori portano a parlare di partnership strategica 2 più che di semplice fornitura di servizi. Motivazioni • Flessibilizzazione dei costi fissi • Vantaggio Competitivo • Focalizzazione • Maggiore efficienza Outsourcing • Partnership • Confronto con i Strategica sindacati • Governance • Delocalizzazione Conseguenze Altre dirette implicazioni Figura 1.1. “Outsourcing: Motivazioni, conseguenze dirette e altre implicazioni” Ogni organizzazione nasce con una business idea che costituisce il “cosa” si vuole offrire al mercato e una business combination che rappresenta invece il “come” farlo. È 1 SLA: Service Level Agreement; KPI: Key Performance Indicator. 2 “L‟outsourcing, che rappresenta una forma di coordinamento di attività intermedia tra gerarchia e mercato o, in altri termini, tra make e buy, può determinare la costituzione di strutture durature di imprese, quali sono i network strategici” Mauri A. G. “Fiducia e conoscenza nei rapporti di outsourcing. Lo sviluppo dell‟impresa virtuale” (1999). 4

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Morelli Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1631 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.