Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Agli albori della divulgazione della storia dell’arte in tv: il caso Civilisation

nell'elaborato si cerca di ripercorrere la storia del documentario dalle origini ai giorni nostri, focalizzandosi in particolare su Civilisation , primo documentario di storia dell'arte a colore degli anni 60del novecento. In appendice un'analisi della storia del documentario in TV in Inghilterra e in Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione La scelta del tema, agli albori della divulgazione della storia dell’arte in tv: il caso Civilisation, nasce da un duplice interesse personale: da una parte la grande passione per l’arte in tutte le sue possibili manifestazioni, dall’altra l’interesse per il mondo della televisione e per l’ applicazione di nuovi strumenti tecnologici agli studi storico-artistici. Da questi interessi nasce la volontà di comprendere come la storia dell’arte sia riuscita ad interagire con quello che oggi è considerato il più pervasivo mezzo di informazione, e come sia cambiato nel corso del tempo il modo di affrontare tematiche artistiche nelle trasmissioni televisive. Nello studio ho cercato di dividere il materiale reperito in base ai vari temi trattati, raggruppando prima tutto ciò che riguardasse la storia del documentario, poi la mia attenzione si è rivolta alla storia del primo documentario di storia dell’arte a colori, Civilisation, finendo per analizzare il percorso dei primi esperimenti di divulgazione dell’arte nella storia della televisione britannica e italiana. Nel primo capitolo, partendo dalla parola documentario, ho cercato di rintracciare l’origine di questo lemma, dando uno sguardo all’Europa e menzionando i primi esperimenti documentaristici. Ho cercato poi di dare una prima analisi del rapporto tra arte e tv per poi trattare brevemente della tv tematica e di canali che ancora oggi sono dedicati interamente al mondo dell’arte. Nel secondo capitolo si tratta interamente del caso Civilisation, primo documentario a colore realizzato dalla tv britannica. Ci si sofferma brevemente sulla figura di Lord Clark, storico dell’arte e scrittore e presentatore della nuova serie tv. Si dà poi una storia della genesi di Civilisation, dalla sua progettazione alla sua realizzazione. Nell’ultima parte del capitolo si analizza quella che fu la fortuna di Civilisation soprattutto in America. Nel terzo capitolo ho tentato di approfondire i temi trattati nelle varie puntate della serie. Ho eseguito un’analisi dei singoli episodi, tredici in tutto,tentandone una succinta analisi critica. Nei primi due paragrafi del capitolo quarto ho cercato di dare una visione più completa della figura di Kenneth Clark analizzando il pensiero dello storico dell’arte e il suo modo di affrontare le tematiche esposte in Civilisation. Giunti a questo punto mi è sembrato necessario dare un resoconto di quello che è stato il percorso della divulgazione dell’arte nella storia della prima tv inglese, e ho tentato di comprendere le reazioni alla emissione di Civilisation, con relative ricadute nella televisione italiana, in cui alcuni lavori documentaristici importanti hanno arricchito i palinsesti dei primi anni della tv nazionale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emilia Ammendola Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1883 click dal 26/03/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.