Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Principi di progetto di sistemi embedded

Con il termine sistema embedded si identificano generici sistemi elettronici a microprocessore progettati appositamente per una determinata applicazione, spesso con una piattaforma hardware ad hoc, integrati nel sistema che controllano e in grado di gestirne tutte o parte delle funzionalità.
Lo scopo della trattazione sarà di fornire una panoramica sui sistemi embedded, partendo da una breve introduzione sulla storia e la diffusione di questi sistemi per arrivare alla descrizione del loro processo di progettazione. Il primo passo consiste nell’analisi dell’architettura hardware di un sistema embedded ed in particolare dei processori più diffusi che lo equipaggiano: ARM e SHARC. Successivamente verranno analizzati anche gli altri componenti di un sistema come le memorie e i dispositivi di I/O; anche in questo caso partendo con una descrizione generica della loro architettura per arrivare all’implementazione nei sistemi embedded. Il passo successivo consiste nello studio del processo di sviluppo del software: dalla scrittura del codice in linguaggio ad alto livello alla traduzione in linguaggio macchina, ponendo particolare attenzione alle tecniche di ottimizzazione che consentono di ottimizzare il software per l’esecuzione sui sistemi embedded. In conclusione verranno trattati gli acceleratori hardware come strumento per incrementare le prestazioni di un sistema, mantenendo relativamente contenuti i costi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Con il termine sistema embedded si identificano generici sistemi elettronici a microprocessore progettati appositamente per una determinata applicazione, spesso con una piattaforma hardware ad hoc, integrati nel sistema che controllano e in grado di gestirne tutte o parte delle funzionalità. In quest’area si collocano sistemi di svariate tipologie e dimensioni, in relazione al tipo di microprocessore, al sistema operativo ed alla complessità del software, che può variare da poche centinaia di byte a parecchi megabyte di codice. A differenza dei computer con processori general-purpose, quelli conosciuti da tutti come Personal Computer, un sistema embedded ha dei compiti conosciuti già durante lo sviluppo, che eseguirà grazie ad una combinazione hardware/software specificamente studiata per la propria applicazione. In tal modo l'hardware può essere ridotto ai minimi termini riducendo così lo spazio occupato, i consumi ed il costo di fabbricazione. L'esecuzione del software deve avvenire quasi sempre in real-time, per permettere un controllo deterministico dei tempi di esecuzione. Un comune Personal Computer quindi non rappresenta un sistema embedded, anche se, in alcuni casi, proprio i PC sono utilizzati per costruire sistemi embedded (PC-Based System Unit).

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Daniele Luigi Vacchini Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1440 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.