Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La diffamazione attraverso i media

La libertà di manifestazione del pensiero sancita dall'art. 21 Cost. è da ritenersi uno tra i più alti diritti primari e fondamentali del nostro ordinamento giuridico. Oggetto di tutela costituzionale risultano essere, parimenti, i diritti della personalità che trovano il loro fondamento nell'art. 2: “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”.
Nella trattazione ripropongo proprio il difficile tema del conflitto tra i diritti tutelati da un medesimo ordinamento, come valori fondanti e fondamentali di esso, e la possibilità che il libero esercizio di uno non invada la sfera giuridica degli altri.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La libertà di manifestazione del pensiero sancita dall'art. 21 Cost. è da ritenersi uno tra i più alti diritti primari e fondamentali del nostro ordinamento giuridico. Oggetto di tutela costituzionale risultano essere, parimenti, i diritti della personalità che trovano il loro fondamento nell'art. 2: “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. Nella trattazione ripropongo proprio il difficile tema del conflitto tra i diritti tutelati da un medesimo ordinamento, come valori fondanti e fondamentali di esso, e la possibilità che il libero esercizio di uno non invada la sfera giuridica degli altri. Il diritto alla libertà di stampa e il diritto all'onore e alla reputazione sono entrambi valori essenziali e rilevanti ma anche confliggenti e apparentemente inconciliabili... Si impone dunque un bilanciamento di diritti o interessi, nel senso di stabilire quale diritto o interesse debba recedere rispetto agli altri. Come scrisse la Corte Costituzionale nella sua prima storica decisione (cfr. Corte cost. n.1/1956): «nell’ambito dell’ordinamento le varie sfere giuridiche devono di necessità limitarsi reciprocamente, affinché queste possano coesistere nell’ordinata convivenza civile». Qual è la giusta misura tra tutela della libertà di opinione e rispetto della reputazione altrui? Tra diritto all’informazione e protezione della riservatezza? Tra cronaca e onore? Solo apparentemente la strada è

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cinzia Franchina Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1754 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.