Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sviluppo del prodotto charter: analisi, proposte e prospettive

E’ ormai divenuto luogo comune considerare il turismo dei giorni nostri un fenomeno economicamente strategico e sicuramente si è sentito parlare di "voli charter" per quel che riguarda i cosiddetti pacchetti ''all-inclusive" e, seppur in maniera ridotta, voli last-minute.
Pertanto è volontàdi chi scrive illustrare che cosa si intende per “volo charter” e in cosa consistono le principali caratteristiche di questa tipologia di voli , analizzando infine, quali prospettive vi siano per un miglioramento del prodotto Sicilia attraverso il rafforzamento delle basi aeroportuali presenti sull’isola.
Il termine “charter” ha una connotazione essenzialmente commerciale e indica un servizio di trasporto aereo, merci o passeggeri, non soggetto ad una programmazione sistematica di orari, diversamente da quanto avviene per i voli di linea .
Di solito viene stipulato un contratto di noleggio tra due o più contraenti per sfruttare al massimo la capacità del velivolo. Un volo è definito charter solo se il numero di posti è superiore a 12, altrimenti si parla di servizio aerotaxi.
Le caratteristiche si identificano essenzialmente nel basso costo dei biglietti rispetto al costo di un volo di linea relativo allo stesso percorso. I posti non vengono venduti direttamente dalle compagnie charter ai passeggeri ma dai Tour Operators che organizzano il volo o ancora dalle agenzie di viaggio che stipulano il contratto con il T.O. stesso, magari insieme ad altre agenzie.
In un volo charter ricorre la necessità di riempire al massimo la capacità del velivolo, anche se spesso gli standard qualitativi non sono gli stessi dei voli di linea, allo scopo di non perdere introiti e di coprire la cifra richiesta per il suo costo d'acquisto.
Buona parte del traffico aereo negli aeroporti medio - piccoli è costituita da voli charter, e gli introiti di questi aeroporti sono proprio le tasse pagate dalle compagnie charter. I voli charter hanno assunto il significato di voli speciali, con il ruolo di trasportare i turisti verso le destinazioni leisure (località di vacanza) e ritenendosi voli last-minute per le destinazioni di lungo raggio, poiché i posti vacanti vengono venduti con questa modalità dal Tour Operator organizzante; per questo costituiscono l’ideale anche per chi gode di flessibilità nella partenza. Di questi voli si nota un aumento soprattutto durante il periodo estivo, poiché vi sono più destinazioni, anche a corto-medio raggio, che hanno vocazione stagionale.
Di natura assolutamente occasionale, i voli non sono pregiudizievoli in termini di sicurezza, in quanto le normative in materia sono le medesime per tutti i tipi di volo.
In sostanza, con il presente lavoro si tenderà ad analizzare lo sviluppo del fenomeno charter evidenziando nella prima parte l'evoluzione del trasporto aereo e le ragioni che ne hanno aumentato le potenzialità.
Nella seconda parte verrà analizzata la situazione attuale, prendendo in considerazione sia l’attuale disciplina di regolamentazione, sia una serie statistiche che evidenziano ed analizzano l'andamento ed i possibili sviluppi del fenomeno, al fine di avere una situazione chiara di come i vettori sono organizzati.
Verranno, inoltre, prese in considerazione le condizioni dei Tour Operator italiani e del grande problema causato dalla “stagionalità” di questa tipologia di voli.
Infine si cercherà di analizzare i cambiamenti dei grandi aeroporti, atti a rendere maggiormente fruibile il servizio.
Da ultimo si verrà a prendere in considerazione anche la situazione degli aeroporti operanti in Sicilia, in modo tale di avere, nei limiti del possibile, una visione chiara sul loro funzionamento, gestione e movimenti annuali. Proprio a tal fine è stata aggiunta una terza ed ultima parte dove si analizzano i piani di sviluppo della regione per rendere accessibili aree che oggi non vengono adeguatamente sfruttate a causa della mancanza di adeguati collegamenti.
Questi piani prevedono la realizzazione di nuove aerostazioni (alcune in parte completate, altre in fase di realizzazione, altre in attesa di avvio) .

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Luca Domenico Genovese Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 604 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.