Skip to content

La musica di Ennio Morricone nel cinema di Elio Petri: intertestualità in 'Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto'

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Cagnani
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali
  Corso: Conservazione dei Beni Culturali
  Relatore: Eleonora Cavallini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

Il ruolo che la musica riveste all'interno del film è di fondamentale importanza. La musica non è solo un naturale elemento aggiuntivo alle immagini, ci si potrebbe avvicinare parlando di completamento del visivo. Il suo essere un linguaggio dal forte potere comunicativo conferisce all'audiovisivo un potere ben al di sopra della nostra razionale percezione. La musica possiede qualità psicagogiche, di questo ne erano già al corrente i Greci, e la capacità di agire ad un livello pre-consapevole.
La sinergia tra musica e immagini risulta un perfetto connubio, anche se non è facile definire i termini di tale rapporto, l'audiovisivo possiede un immenso potere comunicativo poiché veicolato dal linguaggio principe: quello delle emozioni.
Sinestesia e suggestione guidano l'audiovisione.
La musica per il cinema è un importante reperto storico e culturale del XX secolo. Ennio Morricone ed Elio Petri sono due personalità che rappresentano il Novecento. Morricone ha segnato/insegnato la musica per il cinema.
Nel film 'Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto' la musica trova un'applicazione piuttosto inusuale ma perfettamente inserita nell'articolata architettura del film. Elio Petri è stato semplicisticamente archiviato come regista del genere politico e solo recentemente sta trovando un più ampio approfondimento che trascende tale etichetta. Il suo cinema è intriso del clima storico e sociale degli anni settanta, sì, ma penetra ben al di sotto del livello di pura registrazione o di mera propaganda, Petri non ricerca l'immediato consenso nè tantomeno notorietà; tutti i suoi film parlano di lui ed ognuno è diverso dall'altro.
Cineasta appassionato di politica tanto quanto di cinema, Petri riceve continui stimoli dall'arte, dalla musica jazz, dal teatro e dalla letteratura soprattutto dai libri gialli, non ultimo dalla psicologia. In una parola la sua attenzione è primariamente rivolta all'uomo: alle manifestazioni, insoddisfazioni e paure umane.
Petri e Morricone trovano una singolare intesa umana e professionale che si racconta in una più che decennale collaborazione interrotta dalla prematura morte del regista.
'Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto' è del 1970, l'anno successivo vince un Oscar come miglior film straniero: il titolo e la musica riecheggiano ben più del nome del regista, Elio Petri. Film perfettamente calato nella realtà del tempo e di inquantificabile coraggio, sono in molti a sostenerlo; all'uscita venne denunciato dalla polizia al sostituto procuratore della Repubblica, il quale però decise di non impedirne la distribuzione in un periodo già alquanto delicato.
La musica all'interno del film svolge un importante ruolo, anzi più di uno: veicola le emozioni del protagonista, ci mette empaticamente in contatto con l'omicida, ce lo descrive oggettivamente e psicologicamente attraverso il linguaggio delle emozioni.
La musica si sostituisce alla parola e si lega alle immagini in maniera indissolubile coadiuvandone il senso: le modalità attraverso cui ciò si realizza sono al centro della mia analisi svolta sulla partitura musicale e sull'audiovisivo.
Il potere della musica nel film è evidente fin dalla prima scena. Così come 'il potere' che si confonde con il dominio e che degenera e logora si rivela, anche per mezzo della musica, protagonista del racconto; entrambi al contempo svolgono un ruolo unificante nella narrazione e strutturano il film, da sottolineare che questo è uno di quei pochi casi in cui la musica è stata composta prima del montaggio delle immagini.
L'ambiguità e la personalità del tema musicale riescono a suggerire il pensiero del regista anche nel finale del film... particolarmente suscettibile di censura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Lo spettacolo cinematografico è sempre stato sonoro: la musica era presente nella sala di proiezione ancor prima dell‟introduzione del sistema di sincronizzazione audiovisivo. La musica era stata una componente aggiuntiva nella fase proto cinematografica: solitamente riprodotta da strumenti meccanici o elettro-meccanici. Con l‟affermazione del fenomeno cinema, quale evento pubblico, l‟intervento della musica in sala, eseguita dal vivo, diventa di fondamentale apporto nello spettacolo. La presenza musicale, all‟interno delle sale del Cinematografo, viene avvertita come una naturale esigenza, una necessità che diviene presto consuetudine. Sempre più consistente si è fatta la presenza della musica nel film e negli audiovisivi; ciò nonostante la musica è spesso vista come una componente aggiuntiva e non una componente integrante dell‟azione filmica, o meglio, come una proprietà dell‟immagine. La difficoltà dell‟incontro tra musica e immagine è una costante di questo connubio. La prassi produttiva ha visto sempre il compositore lavorare in posizione subordinata. Questi spesso interviene a montaggio avvenuto per comporre una musica o per scegliere brani di repertorio visionando la pellicola anche in fase successiva alla registrazione dei dialoghi e degli effetti. Sergio Miceli ed anche Ennio Morricone sostengono che per ottenere un efficace commento audiovisivo il compositore dovrebbe essere interpellato quanto prima possibile, meglio se in fase di concepimento dell‟audiovisivo, poiché solo considerando la musica parte integrante dell‟intero progetto si potranno raggiungere i più alti risultati. La musica funzionale è inficiata da una concezione tipica dell‟epoca borghese che la vede come sottocategoria e in uno stato di inferiorità. E‟ vero che essa non svolge il ruolo di protagonista -il cinema è prima di tutto immagine- ma bisognerebbe pensare in divenire: a quello che la musica cinematografica rappresenterà in un futuro non troppo lontano; S. Miceli ed E. Morricone

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi musicale
anni settanta
cinema
cinema politico
colonna sonora
compositore
elio petri
ennio morricone
film giallo
indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospe
intertestualità
mandolino
musica
musica cinematografica
musica diegetica
musica nel film
partitura
regista
sceneggiatura
sergio miceli
soggettiva sonora
tema musicale
un tranquillo posto di campagna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi