Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Da piccolo borgo rurale a grosso centro commerciale: il caso di Misterbianco

La tesi esamina inizialmente quello che è stato lo sviluppo storico-economico del paese misterbianchese nel '900 con le varie trasformazioni urbanistiche;soffermandosi sullo Stabilimento di Monaco che segnò la trasformazione dell'economia misterbianchese da agricola a commerciale.Si conclude esaminando quelle che sono state le motivazioni che hanno comportato la nascita del centro commerciale Misterbianchese, il secondo piu' grande del meridione.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Territorio ed imprese sono legati tra loro da un rapporto coevolutivo. Il livello di competitività di un territorio dipende, fra tanti i fattori, anche dal grado di competitività delle imprese che vi operano o si insediano dall‟esterno. A sua volta, il grado di competitività delle imprese è determinato,seppur non in modo esclusivo, dal livello di competitività e di attrattività del territorio,capace di stimolare la nascita di nuove imprese, di attrarne altre dall‟esterno, di promuovere lo sviluppo delle impresi esistenti. Di conseguenza, le politiche di marketing territoriale promosse da agenzie ed enti specializzati (i cosiddetti soggetti meta-governativi) si devono armonizzare con gli obiettivi di promozione e di sviluppo del territorio che competono agli attori politici (i soggetti governativi). Il presente studio è finalizzato a definire, seppur per grandi linee,il livello di competitività del territorio di Misterbianco e delle imprese che in esso vi operano. La crescita economica di Misterbianco negli ultimi quindici anni si è caratterizzata, prevalentemente nell‟ambito del terziario e della distribuzione moderna. Si è assistito, come del resto è avvenuto per analoghe esperienze in altre parti del paese, ad una crescita di tipo duale. Da un lato, il sistema delle imprese commerciali della grande distribuzione e della distribuzione organizzata si è significativamente rafforzato, in termini di superfici destinate alla vendita, numero di operatori nonché ampiezza e profondità dell‟assortimento nelle diverse categorie merceologiche interessate (del “food” e del “non food”). Come altrove, del resto, la crescita è avvenuta non senza luci ed ombre. Dall‟altro lato, il sistema delle imprese di minore dimensione, soprattutto nei settori dell‟artigianato e del piccolo commercio, si è profondamente modificato, determinando il ridimensionamento aziendale o la scomparsa di alcune unità produttivi (soprattutto in ambito manifatturiero ed edilizio) e stimolando la riconversione di alcune realtà esistenti, sia nella direzione del terziario avanzato che nell‟affiliazione a reti di franchising. A parte, invece, si deve valutare la crescita degli operatori commerciali all‟ingrosso in diversi comparti merceologici. Si è posta, pertanto, l‟esigenza di approfondire meglio la natura di tali elementi nello sviluppo storico-economico di Misterbianco e del suo territorio di riferimento evidenziando quelle che sono state le varie trasformazioni del paese con il passaggio da

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore La Rosa Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 719 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.