Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Abuso del processo amministrativo

L’uso o ancora meglio “l’abuso” di strumenti processuali è un fenomeno presente nelle realtà processuali civili e penali, ma non solo, anche nell’ambito del giudizio amministrativo oggi più che mai si assiste ad un uso spregiudicato di strumenti processuali amministrativi in virtù di un esercizio dell’azione amministrativa quanto mai estranea ai principi generali del diritto amministrativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Abusare, nel linguaggio giuridico, significa esercitare una situazione attiva (diritto, potere, potestà) in modo conforme al paradigma normativo, e ad un tempo produttivo di effetti pregiudizievoli per interessi privati o pubblici tutelati dall’ordinamento1. Ed in effetti l’esercizio di un diritto soggettivo da parte di chi ne sia titolare costituisce un abuso ogni qualvolta ne venga “distorto” strumentalmente l’uso piegandolo a fini estranei alla sua configurazione istituzionale o ancora servendosene con modalità (o in forme) scorrette, improprie e pertanto “abusive”. Da secoli la dottrina ha mostrato interesse per il tema dell’abuso del diritto soggettivo occupandosene da varie angolazioni: storico-sociale, etico – religioso, teleologico - 1FALZEA Angelo, GROSSI Paolo, CHELI Enzo; Enciclopedia del diritto, Annali del 2007, pag. 1.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Angelo Maria Leotta Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3531 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.