Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Architettura degli Yacht

L’origine della ricerca ha come presupposto la rivalorizzazione dei sistemi tradizionali di navigazione interna barca-casa in un prodotto altamente industrializzato e rivolto a ricchi mercati internazionali.
L’analisi fonda le radici nello studio della società globale con rilievo particolare alla tradizione nautico-abitativa italiana, coinvolgendo elementi e argomenti provenienti da diverse discipline, adottando il know how tecnologico e le tradizioni della progettualità italiana.
Il veicolo per l'espressione dei nostri presupposti è lo yacht, alta manifestazione del lusso, inteso come luogo abitativo in cui il tempo viene vissuto in una dimensione di navigazione lenta. Un luogo che alterna mobilità ed abitabilità offrendo l’opportunità di integrare nel tessuto cittadino l’abitare-navigando e riappropriandosi di spazi che la tradizione urbanistica prevedeva come nodali (i corsi d’acqua) ma che lo sviluppo urbanistico stesso ha progressivamente abbandonato.
La direzione seguita per la progettazione del layout esterno è stata quella di ispirarsi all’architettura piuttosto che fare riferimento alle tipologie di layout nautico o di ispirazione car design.
L'elemento architettonico (la tuga) è inserito in una struttura nautica (lo scafo), in cui le differenze di linea sono evidenti ed evidenziate.
Il brief progettuale ha sottolineato la necessità di ridurre gli spazi esterni a favore degli interni, introducendo il concetto di wide body (per due terzi della lunghezza della barca nella sezione maestra) e la prua destinata a sola zona tecnica per operazioni di ormeggio. Questo concetto è stato introdotto anche nello sviluppo del pozzetto, andando ad aumentare il rapporto diretto con l'acqua nonostante la riduzione dimensionale.
Grande spazio è dato agli interni, con la progettazione di tre ponti coperti, ognuno caratterizzato da un forte richiamo concettuale alle tradizioni abitative. L'upper deck richiama l'elemento dell'Acqua, il main deck il Legno e il lower deck il Fuoco.
Nonostante siano stati ridotti gli spazi esterni, è forte il rapporto tra interni ed esterni favorito da ampie vetrate. La costante percezione del fiume costituisce poi, un vincolo progettuale per ogni tipo di ambiente che mantiene il senso di barca-casa molto marcato. Gli interni sono caratterizzati da una progettazione che favorisce i vuoti rispetto ai pieni, con un rigore progettuale presente in tutti e tre i ponti. L'elemento generatore della disposizione interna è il cilindro immaginario creato dall'asse divano-piscina vani scale, come forte richiamo alla corte interna tipica degli seyuan, le abitazioni tipiche cinesi.
Il main deck vive dell'equilibrio tra le materie che lo compongo il legno ed il Corian®. Questa relazione favorisce la generazione degli elementi d'arredo direttamente dalla pavimentazione come radici di una pianta che crescono e si sviluppano interagendo con lo spazio. Lo sviluppo e la configurazione degli elementi d'arredo costituiscono una sequenza di quattro ambiti funzionalmente diversi tra loro, ma spazialmente uniti: zona vivibile esterna, zona bar, spazio living e zona pranzo.
L'interazione della progettazione architettonica occidentale di sviluppo verticale e quella cinese di sviluppo orizzontale è evidente sia nell'elemento cilindrico attorno a cui ruota e si genera il progetto della disposizione interna, sia nello spazio dedicato alla cucina che interagisce tra il main deck e il lower deck con l'intenzione di rendere uno spettacolo visibile il momento della preparazione dei cibi.
Come detto, l'upper deck ha uno sviluppo a centri concentrici intorno alla piscina elemento centrale del ponte, il suo fondo trasparente sarà l'elemento di continuità verticale tra il main deck e l'upper deck.
L'Acqua come concetto portante nell’Upper deck è evidente in quanto la concentricità dei cerchi che andranno a creare gli elementi fisici di arredo, facendo riferimento al riverbero creato da una goccia che cade.
La destinazione d'uso dell'upper deck é il benessere, la cura del corpo ed il relax alla ricerca di un equilibrio di energia tra corpo e mente.
Il lower deck è suddiviso in maniera inusuale con la creazione di due sole ampie cabine. E' stata scelta questa soluzione in seguito ad un'analisi delle attuali realtà sociali, caratterizzate da nuclei interpersonali ristretti. In una ripartizione usuale è comunque stato inserito un elemento innovativo introducendo la possibilità di accesso per un accosto all'inglese, soluzione tipica della barca-casa.

Mostra/Nascondi contenuto.
71.1 Il tema Il tema di questa tesi è lo sviluppo di un concept- yacht, un'imbarcazione di lusso destinata alle seconde e terze generazioni di nuovi ricchi cinesi. Si intende precisare l'utilizzo seconde e terze generazioni per la corretta interpretazione del tar- get. Con questo termine si indicano infatti i figli, di coloro che attualmente risultano essere i nuovi ric- chi cinesi. Ciò implica, a livello culturale e sociolo- gico, delle conseguenze concettuali inevitabili e fondamentali, che sono alla base del progetto. L'idea di avere come target questa specifica fascia di possibile parte di popolazione futura è motivata dall'enorme sviluppo economico cinese, avvenuto grazie al ruolo di "fabbrica del mondo", che l'orien- te ha sostenuto nell'ultimo ventennio ed al conse- guente processo di accumulazione di capitale da parte di un crescente numero di individui. Si stima che entro il 2015 la Cina sarà il secondo mercato di lusso del mondo, superando gli Stati Uniti, anche se il Giappone manterrà la sua leadership. Naturalmente il processo di globalizzazione dei mercati e dell'informazione ha avuto un ruolo fon- damentale nel determinare la direzione intrapresa dalla Cina e dalla sua popolazione. Da sottolineare infatti, come ulteriore avvallo alla scelta del target, il fatto che, in questo paese anche se limitatamente ad alcuni strati di popola- zione, stia aumentando, la possibilità di acquisire ricchezze, nonostante la presenza di un regime statale così autoritario, grazie ad una regolamenta- zione per certi aspetti ancora incompleta. Lo yacht, in quanto concept, è ideato in modo da rispondere a ipotetiche future necessità, individua- bili grazie ad un'analisi di ciò che attualmente si configura come la realtà nella quale siamo immer- si ed alla formulazione di una possibile conse- guenza a livello sociale e quindi economico, dei processi attualmente in atto intorno a noi. Altro dato rilevante alla base del percorso proget- tuale, è rappresentato dal successo che la produ- zione di lusso italiana riscuote all'estero, grazie al suo ruolo di mercato di riferimento per eccellenza in tale settore in virtù del know how acquisito. L'attuale interesse dell'azienda leader mondiale nella nautica da diporto, Azimut Yacht nei confronti di questa fetta di mercato è sicuramente una con- ferma a queste prime ipotesi. Introduzione

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Architettura

Autore: Gian Mattia Congia Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2491 click dal 06/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.