Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La ''Conformidad'' nel processo penale spagnolo

La tesi si prefigge di fornire un'analisi approfondita dell'istituto giuridico-processuale penale della "Conformidad" spagnola, dimostrando come sia necessario superare il facile accostamento tra il suddetto istituto e quello italiano dell'applicazione della pena su richiesta delle parti (patteggiamento). Lo studio inizia con un excursus sulle origini storiche dell'istituto e del suo sviluppo durante la storia del processo penale spagnolo, proseguendo poi nell'analisi delle diverse forme di Conformidad possibili durante il procedimento penale iberico. L'elaborato contiene anche un breve spunto comparatistico incentrato sugli aspetti di latente incostituzionalità sia della Conformidad che del patteggiamento italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I ANTECEDENTI STORICI ED EVOLUZIONE NORMATIVA DELLA CONFORMIDAD 1.1 GLI ANTECEDENTI PIÙ ANTICHI La Conformidad non è un istituto giuridico di recente introduzione nel processo penale spagnolo. A differenza di quello che è accaduto in Italia per l’applicazione della pena su richiesta delle parti (c.d. patteggiamento), il cui antecedente più remoto può essere individuato negli artt. 77 e ss. della legge n. 689 del 1981, la conformidad, in Spagna, ha visto la luce come istituto autonomo nel lontano 1835 con l’entrata in vigore del Real Decreto y Reglamento Provisional para la Administraci n de Justicia del 26 di settembre, sul quale torneremo fra breve per illustrarne le caratteristiche principali. In realtà nel panorama dottrinale spagnolo non mancano autori che riscontrano germi di giustizia consensuale e di conformidad anche in meccanismi giuridici più antichi. Ad esempio ALFREDO DE DIEGO DIEZ fa riferimento all’istituto del Pactum, introdotto con la Ley de las XII Tablas: sostanzialmente un rimedio alternativo alla autodifesa violenta, alla legge del taglione. Quest’ultima veniva sostituita da un’offerta pecuniaria da parte dell’offensore all’offeso, come risultato di un accordo (appunto un pactum) tra i due, ponendo immediatamente fine alla contesa. Tale soluzione era un deciso passo avanti per quei tempi, dominati dalla vendetta violenta privata come strumento di risoluzione delle controversie. L’istituto era riservato per lo più a reati di violenza e di rapina1. Il suo carattere consensuale e semplificativo appare evidente. Un altro esempio, forse più significativo in quanto più vicino, riguarda una pratica giuridica risalente al secolo XVIII: la «confesi n con cargos ». 1 In tal senso v. L. A. DE DIEGO DIEZ, La conformidad del acusado, Valencia, 1997, 22 ss.

Diploma di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giulio Cristofori Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1716 click dal 16/04/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.