Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il disagio nel contesto scolastico: un'indagine esplorativa in una scuola secondaria di primo grado

Il disagio scolastico rappresenta un segnale che i processi educativi, sociali e relazionali adottati dalla scuola stanno fallendo e che lo stato di salute del sistema si sta compromettendo. Essendo il disagio un fenomeno complesso e multifattoriale, si ritiene che sia possibile attivare efficaci strategie di prevenzione proprio a partire da un’esplorazione e da un’attenta analisi di quel complesso di comportamenti, emozioni e pensieri che formano il vissuto scolastico; infatti l’importanza che la società di appartenenza, e anche la famiglia, danno all’istruzione e alla scuola, giocano un ruolo fondamentale sull’investimento che su di esse fa un ragazzo che si incammina lungo un percorso di studi. Lo strumento diagnostico predisposto da Giovanni Mancini e Giovanni Gabrielli per il disagio scolastico è centrato su una visione sistemica del problema e consente di esplorare senza pregiudizi il mondo interno del bambino nel momento in cui esso si rispecchia nelle diverse aree del suo interesse. Con il presente lavoro di ricerca si è voluto indagare come il disagio scolastico sia un fenomeno multifattoriale e in quanto tale influenzi molte aree fondamentali per un corretto sviluppo psicofisico dello studente e si sono volute osservare le variabili che maggiormente potrebbero incidere nel determinare il disagio. Inoltre questa indagine ha il fine di comprendere meglio le specifiche aree problematiche su cui si potrebbe programmare un intervento mirato e differenziato per una efficace prevenzione del disagio.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - INTRODUZIONE Il disagio scolastico Ł, e continua ad essere, un problema per la nostra societ . Si tratta di un problema-sintomo che segnala un duplice mal-adattamento: quello della scuola che non riesce a far fronte al compito per il quale viene istituita, promuovere la maturit individuale e sociale del singolo, e il mal adattamento dello studente che sembra non trarre vantaggio, per la sua crescita individuale e sociale dall istituzione che la collettivit di riferimento ha predisposto apposita mente. La dispersione Ł un fenomeno complesso che comprende in sØ aspetti diversi e che investe l’intero contesto scolastico - formativo . Il termine dispersione scolastica sottolinea l’intrecciasi di due problemi: quello che riguarda il soggetto che si disperde e quello relativo al sistema che produce dispersione. Pu essere definita dispersione scolastica quell’insieme di processi attraverso i quali si verificano ritardi, rallentamenti o abbandoni in uno specifico iter o circuito scolastico, ma, spesso questa definizione si utilizza anche quando ci si trova di fronte a soggetti che non abbiano sviluppato completamente le loro capacit cognitive ed intelle ttive e che, per svariate cause,hanno vissuto l’insuccesso scolastico. Ma si tratta anche di un problema storico, nel senso che l abbandono scolastico non si pu definire in assoluto ma Ł sempre relativo al concetto di scolarizzazione praticato da una certa societ in un certo momento della sua storia. L abbandono scolastico, come la scuola, Ł un artefatto culturale e come tale evolve nel tempo. Da questo punto di vista, si pu pensare all abbandono scolastico come ad una esperienza sociale e individuale che prende forma secondo i modi di pensare e di sentire la scuola,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Martina Dalla Pietra Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1947 click dal 23/04/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.