Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

1. TAPPE FONDAMENTALI DELLA TESI:
- L’economia Americana ex-ante al 1929;
- La Crisi Economica del 1929;
- Gli Stati Uniti dalla Depressione all’era di F.D. Roosevelt;
- Ricerca delle concause-effetti, ogni ricercatore tende ad apportare una propria interpretazione in base al proprio percorso multi disciplinare ed in base alla chiave di lettura data otterrà risultati diversi;
- Grande Crescita Economica USA 1890-1900 (ruolo del ‘900);
- Ruolo dell’organizzazione scientifica del lavoro e introduzione della produzione di massa;
- Sovrapproduzione / sottoconsumo e sviluppo eccessivo del valore delle azioni (effetti).

2. SCELTA DELL’ARGOMENTO:
- Ho sempre avuto interesse per gli USA sia perché i miei genitori sono stati in USA e sia perché ho lavorato presso la scuola Americana di Opera (MI) e vivo dei ricordi dei miei genitori. Inoltre alla lezione di storia economica il professore ci raccontò dei suicidi che seguirono al Crollo di Wall Street mi rimasero impressi. Viviamo in una situazione analoga al crollo di Wall Street, in ambito economico-ambientale, anche se furono errori di politica economica ed errori accidentali. Tuttavia vi fu un aspetto positivo la nascita dell’econometria e la conferma della supremazia USA nel Mondo.

3. METODOLOGIE INDIVIDUATE:
- La ricerca è stata impostata con analisi statica e dinamica ad esempio il Proibizionismo è distribuito sull’arco di tredici anni, una foto nel 1920 quando è stato attuato per poi essere ripreso negli anni Trenta in piena Crisi Economica. Ho studiato gli usi e costumi degli USA, ho organizzato la mia agenda, possedere un complesso di beni che conta più del singolo sia mentale che materiale, studiare, analizzare i dati, verificare più fonti per capire sempre di più. La costituzione di mutua sinergia con i professori, famiglia e amici per eventuali suggerimenti, anche svolgendo un’attività professionale, soprattutto la costanza e quando ho abbandonato la tesi per altri impegni lavorativi ho lasciato scritto dove ero arrivato sulla lavagna adesiva. L’organizzazione consiste anche in una lavagna adesiva posta sul muro dov’è ubicata la scrivania di casa per avere sempre tutto a portata di mano, mentre una copia dell’indice era in agenda. Lo scopo è allargare il ragionamento, con analisi dati ad esempio correlazioni tra fallimenti bancari e aziendali, leggere e criticare i dati…
- Identificazione delle concause-effetti reali / presunti con la crisi attuale (ruolo dei derivati, aspetto nozionale) per conoscere, capire e giustificare, il cui ripristino e tutela della memoria storica è più efficace delle regole;
- Aspetto cromatico delle mappe concettuali.

4. RISULTATI OTTENUTI:
- Cade la metafora della Mano Invisibile di A. Smith, con l’introduzione delle tariffe doganali di H. Hoover;
- Le disuguaglianze economiche di ieri come oggi ad esempio producono le bolle speculative;
- Sovrapproduzione / Sottoconsumo sono vissuti anche dall’Italia di oggi;
- Il potere d’acquisto che si riduce progressivamente, il ripristino dell’imposta progressiva in Italia;
- Squilibrio tra i lavoratori dei servizi e quelli produttivi;
- L’oggetto di tutta l’industria umana è il consumo;
- Squilibri tra economia reale e finanziaria e modello Banca Cina;
- Subordinazione dell’interesse pubblico a favore di quello privato Italia oggi come in USA anni '20;
- Dov’è più la produzione di oggetti tangibili;
- L’ottusa tutela del pareggio di bilancio USA ieri e oggi in Italia;
- Carenza di infrastrutture economiche-ambientali Italia oggi come in USA ieri;
- E’ semplice adottare la politica dei tagli chi né fa le spese sono i cittadini;
- Disinteresse all’uomo dimenticato;
- Aggiotaggio delle info;
- L’incuria del territorio Americano di ieri come oggi è presente in Italia e non solo; Ad esempio Dust Bowl (conca di polvere) che oggi incomincia a vivere la Cina, mentre in Italia le colline franano…
- Ridurre assolutamente le disuguaglianze socio-economiche ed evito la Crisi di breve / lungo periodo;
- Non agire per tempo per limitare la Crisi ha prodotto un peggioramento della stessa ieri USA come oggi in Italia;
- Ruolo di una pianificazione onesta ed intelligente del territorio ed economica;
- Il New Deal postulava idee Keynesiana lo Stato spendendo arricchisce;
- Ipotesi uscita Crisi ad esempio con la tutela del territorio, ruolo delle infrastrutture;
- L'esempio TVA (Tennessee Valley Authority) un modello per l'Italia;
- PIL -4.9 Italia 2009, sarà compensato nel 2017 contestualmente il picco più alto delle pensioni da erogare;
- La privatizzazione ieri in USA favorì alcuni uomini rispetto all'interesse pubblico e oggi in Italia?!;
- Il disastro dell’esperienza;
- Italia, nel dopoguerra il potere d'acquisto si è verificato, oggi va prodotto;
- Fatalismo economico USA ieri, oggi in Italia;
- Risparmio dei tassi di interesse dello Stato Italiano (5 miliardi €);
- Opportunità della Crisi è lo sviluppo delle infrastrutture.

Maurizio Settembre

Mostra/Nascondi contenuto.
9 CAP. 1 – L’ECONOMIA AMERICANA EX-ANTE AL 1929 1.1 - Stato dell’Economia Mondiale all’inizio del Novecento e la sua evoluzione negli anni Venti Il ‘900 fu un secolo in cui si registrò una crescita media annua della popolazione, mai osservata fino a quel momento nel Mondo (1,4% contro 0,5% nell’800), mentre la produttività (1,5% contro 0,8% dell’800) e del volume della produzione (2,9% contro 1,3% dell’800). Gli scambi mondiali di merci, salirono dell’1% al 7% nell’800, si incrementarono del 14% nel ‘900; l’aspettativa di vita si è innalzata nell’insieme delle Nazioni industriali da 40 anni nel 1820 a circa 50 anni nel 1900 a 77 anni nell’ultimo decennio, anche nel complesso delle Nazioni arretrate, pur con alta varianza, essa supera oggi i 60 anni e 67 nel Mondo intero. E’ stato il secolo che racconteremo ai posteri, con radicale trasformazione delle fonti e degli usi dei beni di: agricoltura, industria e terziario; da autoconsumo a consumo di massa (Ford T), da consumi privati a investimenti a spesa pubblica, alla Scienza che diventa sistematica tecnologia applicata. Negli Stati più sviluppati la quota dell’occupazione in agricoltura era del 40% fino al 1820; dal 20-60% nel 1900, attualmente non supera il 5%, nel complesso delle Economia avanzate la maggior parte delle forze di lavoro 65% è addetta al terziario sia pubblico che privato. La quota dei consumi privati eccedeva ancora l’80% per Francia e U.K. nel 1820 era decrementata al di sotto di questi livelli, nella media delle Nazioni industriali sullo scorcio del XIX secolo, oggi è attorno tra 60% e 70%. Contestualmente è aumentato il peso relativo dei consumi pubblici e degli investimenti dal 16% al 20% del prodotto negli Stati più avanzati; nel 1820 la maggior parte delle persone era analfabeta, ai giorni nostri nelle Nazioni a basso reddito la maggioranza di chi ha più di 15 anni è in grado di leggere e scrivere e comprendere una breve preposizione sulla vita quotidiana. Negli Stati ad alto reddito gli anni di istruzione medi delle persone con età compresa fra i 15 e 64 anni sono saliti dai due nel 1820 a 5-8 nel 1900 a 12-18 oggigiorno; il fattore decisivo della crescita e della trasformazione è stato il progresso tecnico. Il Regno Unito fu il primo Stato al Mondo ad industrializzarsi, gli Stati Uniti sono diventati leader, dinamici, dell’avanzamento tecnologico nel ‘900, superando U.K. che assunse un ruolo pionieristico nello sviluppo delle ferrovie, la domanda estera di materia prima e capitali britannici costituì un forte stimolo per l’intera economia. Altro stimolo fu l’industria navale della navigazione a vela alla propulsione a vapore ed infine a legna. Nel 1900 la produzione di navi a vela era crollata a meno del 5% del totale, il ferro sostituì il legno

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Maurizio Settembre Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4128 click dal 27/04/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.