Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La letteratura va al cinema: Il Gattopardo e i Vicerè

Da sempre c'è stata una sorta di commistione tra letteratura e cinema, va tuttavia osservato come il rapporto che si instaura tra un film e il corrispettivo letterario sia molto complesso. Non pochi sono stati gli autori che hanno dovuto affrontare critiche pesanti per la poca fedeltà al testo letterario di riferimento.
La mia ricerca mira quindi ad affrontare questo difficile e complesso rapporto sotto una chiave più tecnica, andando ad analizzare le diverse forme dell’adattamento cinematografico con tutte le tecniche ad esso connesse. Mi sono spinta in una ricerca più pragmatica attraverso l’analisi comparata di due opere cinematografiche e i loro corrispettivi testi letterari. I romanzi presi in esame sono stati I Vicerè e Il Gattopardo rispettivamente di De Roberto e di Tomasi di Lampedusa. Il lavoro si è quindi sviluppato su un rapporto doppiamente parallelistico che coglie elementi letterari che accomunano le due opere e analogie e differenze tra film e romanzi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La letteratura è sempre stata fonte d‟ispirazione per il cinema, sin dalle sue origini, già nell‟industria cinematografica americana, nei primi nickelodeon (i primi locali adibiti alla proiezione di film e così chiamati perché l‟entrata costava un nikel) venivano proiettate pellicole tratte da opere letterarie o ispirate ad argomenti storici. Questo permetteva anche alle classi meno abbienti e non alfabetizzate di poter avere un certo contatto con una cultura letteraria di cui avevano ignorato l‟esistenza e per accostarsi alla quale si erano sempre considerati inadeguati. Quella della letteratura che diventa film è una tradizione rimasta anche nell‟ epoca più recente. Risulta, infatti, da uno studio effettuato dall‟AIE (Associazione Italiana Editori) che tra il 2000 e il 2004 sono usciti nelle sale cinematografiche italiane non meno di 217 film tratti da libri, di cui 43 provenienti da autori italiani. Va tuttavia osservato come il rapporto che si instaura tra un film e il corrispettivo letterario sia molto complesso. Non pochi sono stati gli autori che hanno dovuto affrontare critiche pesanti per la poca fedeltà al testo letterario di riferimento. La mia ricerca mira quindi ad affrontare questo difficile e complesso rapporto sotto una chiave più tecnica, andando ad

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Marta Alessandra Farinola Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4386 click dal 11/05/2010.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.