Skip to content

Analisi storico-sociologica-giornalistica delle stragi e dei disastri (i casi italiani del 1980: Ustica, Bologna, Irpinia)

Informazioni tesi

  Autore: Mario Romano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Margherita Platania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 324

Lungo il 1980 stragi e disastri coinvolgono e sconvolgono, con particolare intensità, l’assetto storico-sociale italiano. Questo lavoro propone un’analisi storico-sociologico-giornalistica di tre casi emblematici che si sono susseguiti nella seconda metà di quell’anno: La Strage di Ustica, La Strage di Bologna ed il Terremoto in Irpinia verranno, nell’elaborato, ripercorsi e ri-analizzati dopo trent’anni dal loro essersi verificati.
La tesi si compone di sei versanti di interesse: nella prima parte verranno illustrate le principali metodologie di cui gli scienziati storico-sociali possono avvalersi per affrontare lo studio di tali argomenti; nella seconda parte si dispiegherà un tentativo di definire sociologicamente i concetti di stragi e disastri evidenziandone somiglianze e differenze e focalizzandosi, altresì, sui mutamenti che si verificano nel comportamento individuale, collettivo ed organizzativo al seguito di tali eventi; nella terza parte si effettuerà, primariamente, una ricostruzione storica dei dieci anni antecedenti al 1980 per mettere in rilievo le trasformazioni che la società italiana del periodo sta affrontando e si illustreranno, poi, nel dettaglio, i grandi avvenimenti del 1980 sia sul piano nazionale sia su quello internazionale; nella quarta parte si affronterà una ricostruzione storica dei tre eventi cardine –dal momento in cui si sono verificati sino ai giorni nostri- recuperando sia per Ustica che per Bologna che per l’ Irpinia il maggior numero di documentazioni; nella quinta parte si ripercorreranno i tre eventi evidenziando come il “Corriere della Sera”, noto quotidiano d’opinione italiano, le ha trattate immediatamente dopo il loro essersi verificate e nella sesta parte (d’appendice) si rifletterà sulla memoria andando a verificare, utilizzando un noto social notwork mondiale quale facebook, di questi tre avvenimenti che traccia esiste attualmente.
Il lavoro, lungo l’analisi che ne viene proposta all’interno, mostra i principali risultati della linea di ricerca che si è deciso di seguire aprendo riflessioni per eventuali indagini successive circa eventi che hanno caratterizzato e continueranno a caratterizzare la storia mondiale di tutti i tempi. Si avvertirà, seppur in maniera implicita, la vicinanza disciplinare di due scienze distinte ma affini quali la storia e la sociologia e tenterà, altresì , di rappresentare un contribuito attraverso il quale queste vicende possano restare nella memoria storica.
La consultazione del lavoro può essere utile, oltre a coloro i quali vogliono acquisire qualche conoscenza più approfondita sulla Strage di Ustica, Strage di Bologna ed il Terremoto in Irpinia, anche per coloro i quali sono interessati alla storia d’Italia dal 1970 al 1980, al periodo degli Anni di Piombo e allo studio dei gruppi terroristici di destra e di sinistra (di cui nel terzo capitolo se ne propone un’ampia descrizione). Un lavoro a cui possono attingere interessanti informazioni anche sociologi o appassionati del campo a cui interessa verificare come i “life events”, cioè questi eventi che destabilizzano l’ordine irrompendo nella vita quotidiana (come stragi e disastri), agiscano sul tessuto sociale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 \ÇàÜÉwâé|ÉÇx Nella categoria dei “life events” rientrano tutti quegli eventi che hanno la peculiarità di non essere episodi ordinari e quotidiani nella vita degli individui e che, per questo motivo, rappresentano una “ rottura”, maggiore o minore a seconda dei casi, rispetto all’esistente. Il presupposto predominante di questo lavoro è quello di effettuare un’indagine concernente due particolari tipologie di “life events”, quali le stragi ed i disastri, focalizzandosi principalmente sull’analisi di tre specifiche situazioni che hanno sottoposto a dura prova l’Italia nella storia contemporanea. Si affronteranno, infatti, due stragi dell’estate 1980 avvenute a poco più di un mese di distanza l’una dall’altra, quali la Strage di Ustica e la Strage di Bologna, unitamente ad un disastro naturale quale il Terremoto in Irpinia ed in Basilicata, verificatosi nel novembre dello stesso anno. Tale analisi si diramerà principalmente in tre direzioni: si percorrerà una historical way lungo la quale si ricostruiranno i tre eventi così come sono avvenuti, evidenziando quali e quanti risvolti hanno avuto nel tempo; una sociological way lungo la quale si mostreranno le conseguenze che i “life events” producono nella società; una journalistic way attraverso cui, partendo dalla consapevolezza che l’immagine che l’opinione pubblica si costruisce su un determinato evento dipende in larga parte da come quell’evento viene trasmesso dai mass-media, si andrà ad effettuare una rassegna degli articoli di un’importante testata giornalistica nazionale quale il “Corriere della Sera”, al fine di evidenziare come questo quotidiano ha trattato i tre eventi sopraccitati immediatamente dopo il loro essersi verificati. Si tenterà di effettuare, quindi, un’analisi al contempo storica, sociologica e giornalistica e si cercherà di integrare le tre prospettive in un quadro che si presenti il più possibile unitario. I “life events”, proprio per la loro caratteristica di produrre conseguenze che destabilizzano l’ordine, rappresentano terreno d’indagine per molti studiosi,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1980
anni di piombo
bologna
corriere della sera
dc9
disastri
disastro
disastro naturale
disastro tecnologico
gruppi terroristici
irpinia
sociologia dei disastri
stazione di bologna
strage
stragi
strategia della tensione
terremoto
terrorismo
terrorismo nero
terrorismo rosso
ustica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi