Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti emozionali e cognitivi connessi all'uso di ecstasy

La tesi tratta a livello bibliografico il problema dell'ecstasy in merito alle conseguenze cognitive ed emozionali. Vi è poi una parte di ricerca, svolta con un campione significativo, sull'uso e sulle conseguenze emozionali da parte di consumatori abituali di ecstasy. Viene inoltre analizzata la correlazione tra l'assunzione di ecstasy e il fabbisogno di aumento dei livelli di serotonina.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1: VIAGGIO IN ECSTASY 1.1 COS’E’ L’ECSTASY L’MDMA (Metilen-diossi 3,4-meta-anfetamina) è una sostanza chimica prodotta tramite sintesi; conosciuta più comunemente con il nome di Ecstasy, appartiene al gruppo delle droghe su misura o Designer Drugs (“…cioè quelle sostanze studiate a tavolino dai chimici di strada, ricalcando lo scheletro di molecole stupefacenti al fine di ottenere, con una diversa molecola chimica – non ancora sottoposta a controllo e dunque legale – un effetto uguale o simile a quello di una sostanza già illegale o comunque un effetto stupefacente di un certo tipo”). (Bagozzi, 1996) La somiglianza chimica con anfetamine e allucinogeni provoca simili effetti stimolanti. Più precisamente si tratta di un composto fenilisopropilaminico con una sostituzione ad anello che determina analogie con le suddette sostanze.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Marilena Vanetti Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2475 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.