Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le enterobacteriaceae produttrici di Esbl: studio sulla prevalenza di Esbl su isolati clinici nella U. O. di Medicina di laboratorio P. O. San Salvatore di L’Aquila

ESBL Germi multiresistenti Infezioni Opedaliere

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE IL FENOMENO DELL’ANTIBIOTICO-RESISTENZA Il rapido e irrefrenabile aumento della resistenza agli antibiotici che si è osservato nelle ultime due decadi costituisce uno dei più importanti problemi critici in medicina. Il fenomeno dell’antibiotico-resistenza non è un problema nuovo, ma solo negli ultimi venti anni il suo rapido aumento e la portata mondiale delle sue dimensioni sono apparsi in tutta la loro chiarezza, ponendo seri problemi nel trattamento delle malattie infettive . Numerosi microrganismi hanno sviluppato resistenza ad antibiotici tradizionalmente di prima scelta e resistenze antibiotiche multiple, assumendo una rilevanza clinica ed epidemiologica tale da convincere molti Paesi ad includere il fenomeno dell’antibiotico-resistenza nella lista di sanità pubblica a carattere prioritario . Si comincia a prefigurare la possibilità che si sviluppino batteri resistenti a tutti gli antibiotici oggi disponibili. Il Consiglio dell’Unione Europea ha incluso l’antibiotico resistenza tra i problemi di sanità pubblica di carattere prioritario per gli Stati membri e nel 2001 ha emanato una risoluzione, intitolata “una strategia contro la minaccia microbica”, all’interno della quale vengono fornite indicazioni per il controllo e la prevenzione di questo fenomeno . Tra i fenomeni di antibiotico-resistenza considerati emergenti e sottoposti a sorveglianza troviamo: - resistenza alla oxacillina e vancomicina in S. aureus - resistenza a penicillina, macrolidi e cefalosporine in S. pneumoniae - resistenza a beta-lattamici, glicopeptidi e aminoglicosidi in Enterococcus fecalis ed Enterococcus faecium - resistenza a beta-lattamici, chinolonici, aminoglicosidi nelle Enterobacteriaceae - resistenza multipla in P. aeruginosa Nel nostro studio l’interesse è stato rivolto alle Enterobacteriaceae produttrici di β-lattamasi ad ampio spettro (ESBL) resistenti alle cefalosporine di terza generazione ed ai monobattamici. 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Gianfranco Bruno Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1584 click dal 14/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.