Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il linguaggio della cronaca calcistica in tv: La Domenica Sportiva, Controcampo e Diretta Stadio (2009/2010)

Lo sport del calcio è, nella nostra epoca, il collante tra varie culture, identità e mentalità, così come la lingua che lo rappresenta; una lingua brillante e innovativa, aperta agli sviluppi linguistici futuri ma con una forte tradizione. Nella lingua del calcio si ritrovano tutti i principali fenomeni relativi all'italiano dell'uso medio (o neostandard), varietà che permea oggi le nostre facoltà linguistiche. Le tre trasmissioni sulle quali ho condotto la mia analisi linguistica rappresentano tre varianti di questa lingua coinvolgente, ognuna avente delle spiccate marche stilistiche principalmente nel campo della retorica e del lessico; i programmi televisivi in questione, però, si incontrano nel punto comune della sintassi e della morfologia, terreno fertile su cui nascono i fenomeni del neostandard.
Una realtà televisiva e una lingua: per capire meglio come ciò che ci appassiona nella nostra quotidianità può diventare involontariamente veicolo dello sviluppo linguistico di una società.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. Lo sport del calcio: identità, festa e racconto Non occorre possedere alte competenze sociologiche per cogliere e capire l’importanza del fenomeno sportivo nella società di oggi. È sotto gli occhi di tutti quanto lo sport- spettacolo, soprattutto nell’era della “riproducibilità tecnologica”, riesca a muovere passioni, positive o negative. […] Aggregare, emozionare, determinare comportamenti. Sono questi i principali frutti dell’impatto che l’universo sportivo esercita sul corpo sociale dei nostri tempi1. Le parole di Giovanardi esemplificano al meglio il significato dello sport, in particolar modo del calcio, nella società contemporanea. Il calcio è ciò in cui la nostra cultura si identifica pienamente: l’affluenza agli stadi, le molteplici partite settimanali trasmesse dalla televisione, le scommesse, sono tutti fenomeni che legano la quotidianità all’evento sportivo, che permea oggi le nostre vite grazie all’ausilio dei media. Nell’età contemporanea lo sport si manifesta in tutte le sue forme tramite la radio e le notizie rinnovate ogni ora, internet e l’immediata disponibilità di informazioni in continuo aggiornamento, il telefono cellulare e l’invio di sms a volontà qualora ci si voglia tenere informati sugli ultimi eventi, ma solo grazie alla televisione lo sport diventa festa. Tramite questo medium l’evento sportivo assume un valore eccezionale, diventa il fulcro attorno al quale stabilire il palinsesto quotidiano, l’elemento su cui far leva per attrarre quanta più audience possibile e, di conseguenza, fenomeno attraverso cui si sviluppano esigenze commerciali ed economiche. Una grande festa, dunque, che termina non appena lo spettatore decide di spegnere l’apparecchio televisivo2. Identità e festa non sono però gli unici due aspetti che determinano la personalità dell’evento sportivo, poiché oggi esso è anche racconto. Si è azzardato un confronto tra la fiction e il racconto dell’evento sportivo, in quanto anche quest’ultimo 1 Cit. Giovanardi 2006: 241 2 Cfr. Abbiezzi 2004: 167-168

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giulia Reale Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2428 click dal 12/05/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.