Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Design to Cost come strumento di supporto alla progettazione

Il presente lavoro si propone di analizzare le tendenze prospettiche del Cost Management, delineate dalla recente letteratura economica ed affinate nella pratica aziendale.
In particolare, si vogliono delineare le caratteristiche dell’attuale contesto in cui operano le aziende manifatturiere e la conseguente necessità di gestire i costi integrando diversi approcci (Design to Cost, Target Costing e Functional Cost Analysis). L’obiettivo è proprio quello di indurre a riflettere sull’adeguatezza, da parte di questi ultimi, nell’affrontare le criticità odierne.
Inoltre, si cerca di chiarire le motivazioni per cui gli interventi sui costi effettuati a posteriori risultano essere inutili, e di conseguenza si sottolinea l’importanza della loro gestione preventiva.
In particolare, si focalizza l’attenzione sulla metodologia del Design to Cost: strumento innovativo ed efficace, indispensabile per conseguire importanti traguardi sia in termini di soddisfazione del cliente, sia in termini di efficienza. Si tratta di un processo di ottimizzazione delle performance e dei costi del nuovo prodotto, dal suo concepimento fino alla fase di produzione e post vendita.
L’obiettivo del Design to Cost è quello di sviluppare soluzioni nuove e alternative per l’erogazione delle funzioni, in modo da massimizzare il valore complessivo del prodotto.
Infine, vengono descritti alcuni strumenti applicativi integrati al DTC Process. Essi costituiscono la premessa indispensabile per il successo della metodologia e sono di ausilio nelle operazioni di analisi, controllo e qualifica.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE L‟evoluzione tecnologica e la ricerca di competitività sempre più spinta portano le aziende a ricercare nuove strade, superando le rigidità degli approcci tradizionali. Pertanto, le peculiarità dell‟attuale contesto competitivo fanno si che la gestione dei costi assuma sempre maggiore importanza e il suo ambito applicativo sia esteso ad ogni processo chiave per la creazione del valore. La nuova ottica aziendale si presta alla sperimentazione di metodi e tecniche in continuo mutamento, per un controllo consapevole dei costi che diventa sempre più rilevante per conseguire una redditività duratura ed un solido vantaggio competitivo. Le aziende sono stimolate al miglioramento continuo delle proprie performance economiche e qualitative, in quanto devono saper rispondere alle esigenze odierne, limitare il consumo di risorse, e contestualmente, garantirsi un futuro. Il Cost Management nasce e si sviluppa per rispondere ad alcune di queste esigenze innovative, fondandosi su una premessa chiara: “supportare e migliorare la gestione delle risorse economiche”. Il presente lavoro si propone di analizzare le tendenze prospettiche del Cost Management, delineate dalla recente letteratura economica ed affinate nella pratica aziendale. In particolare, l‟elaborato è suddiviso in tre capitoli. Nel primo capitolo si vogliono delineare le caratteristiche dell‟attuale contesto in cui operano le aziende manifatturiere e la

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Elisabetta Catanzariti Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5495 click dal 17/05/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.