Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sogno di un inventore. Carteggio di Corradino D'Ascanio dal 1916 al 1943

Corradino D'Ascanio ingegnere e progettista abruzzese è stato l' inventore dell'elicottero e della Vespa. L'elicottero però a causa della scarsa lungimiranza delle autorità fasciste non è stato sviluppato dall'Aeronautica italiana e condannato all'oblio. Il carteggio tra l'inventore de le massime autorità dell'epoca da me raccolto tende a dimostrare e a spiegare le motivazioni che portarono le autorità all'abbandono di questa invenzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 PREMESSA La storia, in particolare quella contemporanea, lo dico senza alcuna ipocrisia di laureando, ha suscitato in me, fin dai primi anni di studio, un enorme fascino. Da qui la decisione determinata di onorare al meglio, tramite la mia tesi questa disciplina tracciando il profilo dell’ingegnere Corradino D’Ascanio, un personaggio del XX secolo, forse poco conosciuto, ma indubbiamente di grande rilievo per la sua attività di inventore. Prima di proporre tale progetto conoscevo superficialemte questo personaggio e un po’ me ne vergogno, dato che sono un suo concittadino. Per rimediare alla grave mancanza ho deciso, su suggerimento del relatore, di analizzare i suoi scritti e il carteggio, in modo da conoscere più a fondo il nostro e comprendere meglio la sua personalità, i rapporti con le autorità del tempo e le sue doti di inventore. Corradino D’Ascanio è stato l'inventore della Vespa ma legare la sua figura solo ed esclusivamente a tale veicolo significa banalizzarne o quantomeno ridimensionarne il dinamismo e la genialità. Molte altre sono state le invenzioni pionieristiche e progenitrici di mezzi e manufatti assolutamente all’avanguardia, di cui oggi ci serviamo quotidianamente. L’elicottero poi è stato il cruccio dell’intera vita di D’Ascanio, perfezionato continuamente, quasi maniacalmente ma considerato sempre con sfiducia dalle alte sfere governative e aziendali, alquanto miopi sulle sue straordinarie capacità di impiego, testimoniate successivamente dal merito acquisito da un altro inventore. L’esperienza nella ricerca d’archivio mi ha arricchito enormemente e grazie ad essa sono riuscito a comprendere la grandezza del personaggio in questione, delle sue creazioni, delle sue amarezze e delusioni. Perciò non mi limiterò a tracciare una semplice biografia, ma una storia di ricerche, entusiami e soprattutto avversità che mai portarono ad un suo abbattimento morale, perché il sogno e la speranza nell’uomo D’Ascanio, sono sempre risultati impulsi innati e insopprimibili. Nella vita lunga e straordinaria di questo personaggio ho deciso di concentrarmi sul carteggio inerente l'elicottero nel periodo che va dalla grande guerra al secondo conflitto mondiale. Anni che a mio avviso hanno incarnato maggiormente i sentimenti sopra citati e che spero possano essere stimati compiutamente da chi leggerà il mio lavoro.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Santoro Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 438 click dal 21/05/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.