Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

ECC-Net:un nuovo modello organizzativo per la risoluzione transfrontaliera dei conflitti

La fiducia del consumatore è fondamentale per riuscire a realizzare un mercato moderno e competitivo e necessita di una protezione adeguata.Uno dei principali ostacoli che si frappone ad una efficace tutela del consumatore consiste nella difficoltà con cui riesce ad utilizzare gli strumenti che gli consentono di ottenere riparazione alla violazione dei diritti.Queste difficoltà si riferiscono alla mancata conoscenza delle norme da parte del consumatore,alle difficoltà amministrative,ai tempi e ai costi delle cause.Se poi la transizione è di tipo transfrontaliero si aggiungono costi e difficoltà maggiori.Un elemento importante per costruire fiducia è assicurare agli utenti una risposta effettiva ed efficace all’esigenza di risolvere rapidamente le controversie sorte dalle interazioni e dalle transazioni on line.In Europa è radicato il convincimento che la diffusione di procedure alternative alla giurisdizione ordinaria rappresenti un forte incentivo allo sviluppo del commercio elettronico.Questa tesi è vera per le procedure volte a tutelare la posizione del consumatore, in quanto le cause che lo vedono coinvolto sono generalmente caratterizzate da una sproporzione tra il valore della lite ed il costo della risoluzione attraverso lo strumento ordinario della giustizia ordinaria, peraltro inadeguata per la lentezza dei procedimenti.Nasce così l’esigenza di ricorrere a forme di giustizia alternative a quella ordinaria che permettono di accelerare la composizione e la risoluzione delle controversie.
In sede comunitaria, per garantire l’accesso alla giustizia dei cittadini europei,si stanno elaborando e disponendo strumenti più rapidi e meno costosi, che trovano la loro espressione nelle ADR.In tale contesto, è stata adottata la Decisione n.2001/470/CE del Consiglio del 28 maggio 2001,relativamente all’istituzione di una rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale;il sistema di informazione è destinato al pubblico che si avvale di internet e comprende:la possibilità di comporre le controversie con metodi alternativi,l’indicazione di centri nazionali d’informazione e l’assistenza della rete comunitaria di organi nazionali per la risoluzione extragiudiziale per le controversie in materia di consumo.La Commissione europea per facilitare l’accesso ai consumatori alle procedure extragiudiziali per le controversie transfrontaliere ha creato la rete europea ECC-Net,che assiste e informa i consumatori attraverso i centri di assistenza nazionale.Compito della nuova rete,è quello di offrire al consumatore un servizio completo di informazione ed assistenza nel caso di problematiche originate da transazioni aventi carattere transfrontaliero, in particolare fornendo al consumatore informazioni in ordine alla legislazione nazionale e comunitaria vigente in materia e facilitando, anche attraverso la cooperazione tra i centri ECC-Net dei vari paesi aderenti, il primo contatto tra consumatore e fornitore nonché, laddove opportuno, agevolando l’accesso delle parti all’organismo di risoluzione extragiudiziale della controversia più adeguato al caso concreto e monitorando gli sviluppi della controversia.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Entrato in vigore il primo gennaio 1993, al termine di un complesso processo di preparazione, il mercato unico oggi comprende 27 paesi dell’Unione Europea. Esso è stato creato per consentire ad ogni cittadino europeo di godere di vantaggi che derivano dall’opportunità di poter vivere, lavorare, studiare, vendere e acquistare in qualunque paese dell’Unione e senza alcun tipo di vincolo. Nel corso degli anni, il mercato unico ha eliminato progressivamente gran parte degli ostacoli che impedivano o condizionavano la libera circolazione delle persone, delle merci, dei servizi e dei capitali al suo interno. La continua espansione dell’attività economica all’interno del mercato europeo grazie all’apertura delle frontiere, agli scambi commerciali, alla moneta unica e al crescente uso di internet indica che le attività del consumatore si rivolgono sempre più spesso verso i consumi transfrontalieri, i quali offrono una vasta gamma di prodotti a prezzi spesso ridotti. La fiducia del consumatore è, dunque, fondamentale per riuscire a realizzare un mercato moderno e competitivo, e necessita, pertanto, di una protezione adeguata.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Maria Picone Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 549 click dal 21/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.