Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I disturbi del comportamento alimentare, linee teoriche e cliniche

Questa tesi vuole essere un momento di riflessione personale sui Disturbi del Comportamento Alimentare che nasce da una forte motivazione per esperienze personali vissute, presenti e passate.
Non è, non vuole e non può essere un lavoro esaustivo di tutti gli approcci teorici e le tecniche terapeutiche che si sono occupate di questi disturbi. Questa affermazione è particolarmente valida per quanto riguarda la disamina delle tecniche terapeutiche a cui si fa riferimento la maggior parte delle volte come ulteriore momento esplicativo della chiave di lettura adottata dal modello teorico di volta in volta trattato.
Ciò comporta che la natura e gli scopi di questo lavoro siano di fornire una delucidazione sui collegamenti logici che esistono tra i principi teorici di ogni approccio e la loro applicazione nell’interpretazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare. È un lavoro propedeutico ed introduttivo ad ulteriori approfondimenti.
Unica eccezione a quanto affermato è, in parte, il lavoro svolto nel capitolo sull’orientamento sistemico, perché esso rispecchia una preferenza personale che mi ha accompagnato fin da quando ho avuto modo di conoscerne i principi ispiratori. In questo senso non vi è alcuna intenzione discriminatoria o riduttiva nei confronti degli altri approcci teorici.
Il lavoro comprende, inoltre, una sezione che si occupa dei Disturbi del Comportamento Alimentare e Internet nelle sue varie forme.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE Questa tesi vuole essere un momento di riflessione personale sui Disturbi del Comportamento Alimentare che nasce da una forte motivazione per esperienze personali vissute, presenti e passate. Non è, non vuole e non può essere un lavoro esaustivo di tutti gli approcci teorici e le tecniche terapeutiche che si sono occupate di questi disturbi. Questa affermazione è particolarmente valida per quanto riguarda la disamina delle tecniche terapeutiche a cui si fa riferimento la maggior parte delle volte come ulteriore momento esplicativo della chiave di lettura adottata dal modello teorico di volta in volta trattato. Ciò comporta che la natura e gli scopi di questo lavoro siano di fornire una delucidazione sui collegamenti logici che esistono tra i principi teorici di ogni approccio e la loro applicazione nell’interpretazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare. È un lavoro propedeutico ed introduttivo ad ulteriori approfondimenti. Unica eccezione a quanto affermato è, in parte, il lavoro svolto nel capitolo sull’orientamento sistemico, perché esso rispecchia una preferenza personale che mi ha accompagnato fin da quando ho avuto modo di conoscerne i principi ispiratori. In questo senso non vi è alcuna intenzione

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Mario Sgambato Contatta »

Composta da 294 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21406 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 72 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.