Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

MCA Web Browser: indagine conoscitiva sulla valutazione di un sistema di supporto informatico agli studenti del corso CIM

Le pagine web possono contenere testo, immagini, elementi audio e video e molto altro. Nella globalità della pagina tutti questi elementi sono disposti in un determinato modo per cercare di trasmettere all’utente un messaggio ben preciso. Se un oggetto è posizionato in un punto della pagina oppure in un altro, questo può determinare un cambiamento nella percezione del messaggio. Quando si analizza un sito web si cerca di capire il ruolo di ogni elemento, risalire al motivo per cui esso è stato posizionato in un posto piuttosto che in un altro e individuare i collegamenti tra i vari oggetti.
Mano a mano che si analizza una pagina web può essere utile annotare su di essa le caratteristiche dei vari elementi che la compongono. Proprio per questo sono stati progettati alcuni sistemi di annotazione. Ve ne sono di diversi tipi, classificabili a seconda di come le annotazioni vengono realizzate.
Questo lavoro ha lo scopo di illustrare il sistema MCA Web Browser e di inserirlo in un contesto specifico quale quello dei supporti informatici per l’analisi semiotica delle pagine web e la loro relativa annotazione. Una volta raggiunto tale obiettivo è necessario fare un passaggio ulteriore, ovvero chiedersi se tale strumento è effettivamente utile, se è stato progettato bene o male, se è facile da utilizzare, se può essere ulteriormente sviluppato e come e cosa ne pensa chi lo dovrà utilizzare.
A tale proposito è stato condotto un esperimento con gli studenti del primo anno del corso di laurea triennale CIM. Durante il corso di Lingua Inglese 1 tenuto dal professor Anthony Peter Baldry, gli studenti dovevano realizzare una presentazione PowerPoint nella quale venivano analizzati e confrontati quattro siti con argomento simile, come ad esempio il cambiamento climatico.
Agli studenti è stato presentato il sistema MCA Web Browser, è stato spiegato loro il funzionamento e, in un secondo tempo, è stata chiesta la compilazione di un questionario di valutazione con domande sia generali, sull’apprezzamento del programma, sia più specifiche per vedere se i passaggi fondamentali per l’utilizzo del sistema erano stati compresi.
Raccogliendo i vari dati si è così potuti giungere ad una serie di risultati che danno l’idea di come gli studenti si approcciano ad un programma per l’analisi intersemiotica delle pagine web, mai visto prima e di cosa ne pensano proprio loro che dovrebbero utilizzarlo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1. Introduzione Il World Wide Web (WWW) contiene una enorme quantità di documenti e di informazioni che si stanno espandendo rapidamente con il progredire di nuovi strumenti e tecnologie multimediali [1]. Per questo motivo quando l‟utente ha bisogno di ricercare alcune informazioni, si trova di fronte all‟esigenza di avere a che fare con procedimenti semplici e veloci. Le pagine web comunicano con l‟utente attraverso la propria struttura e gli oggetti posti in esse. Ogni pagina è diversa dall‟altra e osservando anche solo due pagine differenti, anche se di argomento simile, si può notare subito che gli autori delle stesse pagine possono avere fatte scelte differenti per quanto riguarda l‟importanza che danno ad un elemento piuttosto che all‟altro, il posizionamento degli oggetti e il loro linguaggio grafico, ovvero la grandezza, lo stile, i colori, la dimensione, ecc. Ogni pagina web è caratterizzata da un proprio layout e il posizionamento dei singoli oggetti è stato deciso all‟interno di una visione d‟insieme, creata per fare in modo che la pagina raggiunga i suoi obiettivi [2]. Come conseguenza dell‟interazione con l‟utente, la pagina web non è statica come un documento cartaceo, è dinamica, ovvero i suoi elementi sono continuamente riorganizzati L„utente comunica con l‟intera pagina e con il suo messaggio, creando un percorso di significato; ed è proprio in questo contesto che si inserisce il concetto di web semantico per cui ogni informazione assume un significato, in vista di una migliore cooperazione tra utente e computer. Proprio per facilitare la ricerca e il recupero di informazioni utili sono stati creati diversi sistemi di annotazione, differenti per caratteristiche e servizi offerti, usati per creare annotazioni private o condivise oppure note su pagine web già esistenti. Questi sistemi sono stati ideati per dare ai documenti elettronici la possibilità di realizzare su di essi le stesse annotazioni che si potrebbero fare su di un qualunque supporto

Laurea liv.I

Facoltà: Comunicazione Interculturale e Multimediale

Autore: Eleonora Campi Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 446 click dal 24/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.