Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione dei progetti d'ingegneria: applicazione alla costruzione di una galleria ferroviaria

La tesi sperimentale è incentrata in prima analisi sulle tecniche di gestione dei progetti d'ingegneria, ovvero sull'insieme di tecniche e deliverables tipici della gestione detta project management. Nella prima parte della tesi (capitolo 2)vengono illustrate sommariamente ed in maniera generale le caratteristiche del project management; a seguire vengono descritte in maniera dettagliata e soddisfacente partendo dal capitolo 3 le fasi del ciclo di vita di un progetto, analizzando tutti gli aspetti ed i deliverables delle varie fasi ovvero la fase di start-up, la fase di execution e la fase di run-down.
La parte centrale della tesi si basa sull'applicazione delle tecniche di project management alla realizzazione di infrastrutture, opere pubbliche e grandi opere ed in particolare viene posta l'attenzione sulla costruzione di una galleria ferroviaria "nuova galleria Cattolica"; in tale fase vengono dettagliati tutti gli aspetti di pianificazione e realizzazione relativi a tale opera.
In seguito viene illustrato un modello di costo applicabile alla descrizione dei costi diretti previsti per ogni tipologia di lavorazione ( tale modello risulta applicabile non soltanto per la suddetta galleria, ma anche per le svariate tipologie di opere che richiedono diverse tipologie di lavorazioni per la realizzazione del prodotto finale e che vogliano tenere sotto controllo il valore soglia di budget stabilito in fase di pianificazione).
In seguito, viene descritto il project schedule, l'analisi della fase esecutiva ed il coordinamento delle risorse (tramite l'ausilio del software Microsoft Project 2003).
Nella parte finale della tesi si pone l'attenzione sul modello dell'Earned Value, il quale permette di analizzare le performance del progetto in termini di costo e di tempo e quindi di adottare le opportune azioni correttive al fine di conseguire l'obiettivo aziendale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione 1.1 Premessa I “progetti” esistono da sempre ed hanno sempre caratterizzato gli scenari umani, tuttavia nel corso degli ultimi anni hanno subito dei cambiamenti radicali che hanno determinato ampie modifiche nella gestione degli stessi da parte delle aziende. La gestione dei progetti nelle aziende è una attività sempre più complessa e delicata, basti pensare all’evoluzione delle nuove tecnologie che richiede una sempre più forte specializzazione, alle pressioni di mercato che costringono le aziende ad accrescere il ritmo produttivo pur avendo una minore capacità di risorse, alle esigenze dei clienti, alla frequente trasformazione dei metodi di lavoro e dei metodi organizzativi. Aumenta pertanto la complessità e quindi la necessità di potere affrontare decisioni non necessariamente in tempi brevi, ma in anticipo rispetto agli eventi, avendo a disposizione le informazioni accurate ed affidabili. L’attenzione del management si concentra non solo sulla conoscenza di eventi passati, ma soprattutto sull’anticipazione dei possibili eventi futuri, allo scopo di potere effettuare le azioni correttive quando vengono previste variazioni di rilievo rispetto agli obiettivi. Per poter gestire in modo efficiente ed efficace i progetti, negli ultimi anni si sono sviluppate delle vere e proprie metodologie. Queste, nel loro complesso, prendono il nome di metodologie di Project Management. Con il termine Project Management si intende l’insieme di competenze e strumenti che supportano il manager di una organizzazione nel pianificare, gestire, monitorare e condurre a termine i progetti. Tale insieme di tecniche si sta affermando sempre più come una vera e propria filosofia di gestione che utilizza un insieme di tecniche, metodi e strumenti appropriati per lo sviluppo e la sopravvivenza delle aziende. Un buon modello di Project Management consente di impostare correttamente e di tenere sotto controllo gli aspetti fondamentali che determinano la buona riuscita di un progetto, ovvero il prodotto e la relativa qualità, i tempi/costi di sviluppo ed il rischio. Il principale obiettivo del Project Management è quello di raggiungere gli obiettivi progetto restando all’interno del contesto determinato dai vincoli imposti dal committente, ovvero il costo, il tempo e lo scopo, ovvero la qualità. In secondo luogo, il Project Management si pone l’obiettivo di ottimizzare ed allocare le risorse necessarie al raggiungimento degli obiettivi definiti. Tali sfide devono essere portate avanti risolvendo i problemi e mitigando i rischi che ciascun progetto, in misura differente, troverà lungo il suo percorso. Nell’ambito del Project Management una possibile definizione è la seguente: “Un progetto è il sogno di uno Sponsor, affidato ad un Project Manager, il quale definisce chiaramente il contenuto del sogno, effettua le stime dell’impegno, dei costi e della durata e lo realizza insieme alle risorse necessarie.” (Vito Madaio) Questa definizione “romantica” si contrappone alla miriade di definizioni che esistono in letteratura, a dimostrazione che c’è una infinità di aspetti da considerare prima di classificare un progetto.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Samuele Lo Votrico Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3692 click dal 25/05/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.