Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rapporto confidenziale: un caso di critica cinematografica on line

Per quanto possa essere accurata la descrizione dei processi che si attivano nel meccanismo di un progetto editoriale online come Rapporto confidenziale, si tratta pur sempre di una rivista che, per essere compresa appieno, va innanzitutto letta. Alla luce dell'analisi portata avanti in questo elaborato, il mensile può entrare a pieno titolo tra quei casi di giornalismo critico online che non solo sono una valida alternativa all'informazione accreditata, ma addirittura risultano anticipatori di notizie e si fanno fonte primaria e scintilla di dibattiti e temi importanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO I Introduzione “Brindiamo dunque a Rapporto Confidenziale che già dal suo primo numero manifesta i limiti e le potenzialità d‟un impresa che conosce il luogo della partenza ma alla quale sono ignoti i possibili approdi. In queste pagine troverete essenzialmente recensioni critiche di quel cinema che ci piace e che vorremmo condividere, senza alcuna fissazio- ne cinèfila ma unicamente guidati da un insano ed inge- nuo amore verso la settima arte in tutta la sua molteplice varietà di forme. Rapporto Confidenziale vuole essere un tentativo d‟oltrepassare l‟angusto spazio dei blog che, pur con tutte le sue qualità, rischia di diventare una gabbia ed un limite dal quale abbiamo pensato sia necessario prova- re ad evolversi. cinemino e kulturadimazza sono in fondo i genitori di questa rivista digitale, padre e madre senza sesso d‟un qualcosa che nasce oggi e che speriamo cre- scerà. „non posso farci nulla, è il mio carattere!’”1 Il principio secondo cui l‟autore pone, in maniera conscia o meno, all‟interno dell‟incipit di un film l‟intera poetica della sua opera è un assioma che, con tutta pro- babilità, possiamo ritenere valido anche per altri tipi di prodotti culturali quali libri e cd, ma anche riviste di ogni sorta. Rapporto confidenziale, il mensile online di critica cinematografica oggetto di questo studio, sembra dare adito a questa affermazione: le prime parole apparse sulla rivista nell‟editoriale di Alessio Galbiati ideatore insieme a Roberto Rippa, di questo progetto, ne delineano la natura in maniera ben più consape- vole di quanto, probabilmente, potesse esserne l‟autore all‟inizio di questa avventura. Spontaneità espressiva e di poetica, diretta discendenza dai blog e conseguente supe- ramento, passione per il cinema, ibridazione tra dilettantismo e professionismo, difesa 1 Alessio Galbiati, “Editoriale”, Rapporto confidenziale, n. 0, dicembre 2007, p. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Raffaele Marco Della Monica Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 466 click dal 22/06/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.