Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Management del Servizio Infermieristioco e Tecnico: Esperienza in una Azienda Sanitaria Calabrese

La gestione e l’organizzazione risultano sempre di più determinanti nella creazione del vantaggio competitivo tra Aziende.
Mentre la dotazione tecnica delle aziende può essere simile, l’organizzazione e la gestione sono invece più difficilmente imitabili e ne rappresentano la unicità.
Il processo di aziendalizzazione della sanità e la conseguente introduzione della struttura dipartimentale ha permesso di superare la frammentazione dell’assistenza, favorendo un risparmio grazie all’ottimizzazione delle risorse.
In questo contesto, il ruolo del management, inteso come una corretta e razionale gestione delle risorse, in funzione di obiettivi prestabiliti, diventa fondamentale ai fini della competitività e dell’esistenza stessa dell’azienda.
Contemporaneamente a questo cambiamento radicale di gestione delle Aziende sanitarie, le professioni sanitarie del comparto hanno avviato un processo che le sta portando a quella autonomia che spetta loro di diritto per il ruolo che sono chiamate a svolgere nelle Aziende.
I Profili professionali, il nuovo Codice Deontologico, la legge 42/99, la legge 251/00, il Decreto del Ministero dell’Università 2 aprile 2001, hanno rappresentato l’avvio di una nuova cultura delle professioni sanitarie sia in ambito clinico, che in ambito organizzativo e gestionale.
La Dirigenza delle professioni sanitarie, intesa come nuova posizione gestionale e organizzativa per il personale del comparto sanitario, rappresenta il riconoscimento del ruolo fondamentale che essa ricopre all’interno dell’intero sistema aziendale e presuppone una visione del tutto nuova da parte del “Dirigente” che è chiamato ad intervenire sulle decisioni aziendali in maniera autonoma e responsabile.
Il riconoscimento dell’importanza della sua autonomia professionale influisce notevolmente sui processi e sulla performance aziendale promettendo il miglioramento dei risultati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 3 3.1 Servizio Infermieristico e Tecnico Aziendale ASP di Crotone. Per il governo e lo sviluppo complessivo delle risorse afferenti alle professioni sanitarie, l’ASP di Crotone ha previsto, nel proprio Atto Aziendale, approvato con Deliberazione n. 2578/2001, l’istituzione del Servizio Infermieristico e Tecnico Aziendale (SITA) come struttura organizzativa in staff alla Direzione Sanitaria. Il Servizio Infermieristico e Tecnico Aziendale è una struttura organizzativa in staff al Direttore Sanitario Aziendale, dotato di autonomia tecnica, professionale, organizzativa, con sua articolazione operativa nelle strutture di produzione/erogazione dell’Azienda ( presidi ospedalieri, distretti e dipartimento di prevenzione) che assumono la denominazione di Ufficio Infermieristico e Tecnico ed i cui responsabili costituiscono il Comitato del servizio infermieristico e tecnico Aziendale. Il Sita concorre al perseguimento della “mission” Aziendale garantendo gli obiettivi istituzionali, attraverso la realizzazione di un ambiente idoneo, in cui possa svilupparsi l’eccellenza delle prestazioni richieste al personale infermieristico, tecnico, della riabilitazione, della prevenzione, della professione ostetrica e di supporto. Per favorire la più concreta realizzazione di tali propositi, l’autonomia professionale, organizzativa e gestionale, sancita dalla legge 251 del 10 agosto 2000, e lo svolgimento delle funzioni che prevedono l’assunzione diretta di responsabilità di livello elevato delle “posizioni organizzative”. 13

Tesi di Master

Autore: Pantaleone Pedace Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 483 click dal 26/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.