Skip to content

Analisi del benessere organizzativo percepito dagli operatori sanitari impegnati in un reparto differenziato per intensità di cure

Informazioni tesi

  Autore: Gianni Giannini
  Tipo: Tesi di Master
Master in Management e funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie
Anno: 2010
Docente/Relatore: Federica Borelli
Istituito da: Università Telematica TEL.M.A.
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 63

In questo elaborato descriverò come il concetto di si è sviluppato e strutturato sul piano storico attraverso le normative fino, e soprattutto grazie, al contributo del dipartimento della funzione pubblica che attraverso il programma Cantieri, ha messo a disposizione delle Amministrazioni Pubbliche un modello, uno strumento per analizzare il benessere percepito dai propri dipendenti.
Successivamente illustrerò quale è il programma sanitario e assistenziale che la regione Toscana sta mettendo in atto attraverso la L.R. 40/2005 e il piano sanitario regionale che prevede l’istituzione di un modello assistenziale strutturato per intensità di cura e quello che, alla luce di ciò, è stato fatto nella Azienda Sanitaria di Livorno, nel presidio ospedaliero di Piombino e precisamente presso l’Unità Operativa di Medicina Generale dove ho effettuato l’indagine.
In seguito a questo cambiamento intendo sia utile analizzare il benessere organizzativo dei dipendenti che vi operano e per far ciò ho strutturato un questionario di rilevazione seguendo le indicazioni dettate dal programma Cantieri, che analizzano alcune dimensioni; successivamente ho somministrato tale questionario agli infermieri e analizzato i dati emersi.
Una volta inquadrate le criticità emerse, illustrerò quali sono secondo me gli strumenti da utilizzare per risolverle con il fine di migliorare l’ambiente di lavoro e accrescere lo stato di benessere degli operatori stessi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Premessa Il benessere organizzativo, la salute e la qualità della vita negli ambienti di lavoro sono tematiche oggi di grande interesse e vertice dell’attenzione della società. Possiamo intendere il benessere organizzativo come la capacità di una organizzazione di promuovere e mantenere il più alto grado di benessere fisico, psichico e sociale dei lavoratori per tutti i ruoli e i livelli.1 Il concetto di benessere organizzativo si riferisce quindi al modo in cui una persona sente di appartenere all’organizzazione, perché ne condivide i valori, le pratiche, i linguaggi e di conseguenza trova motivazione e significato nel suo lavoro. Oggi non basta che le imprese investano in innovazione tecnologica, immagine, efficienza in modo da ottenere il miglior risultato con minimo investimento, ma al fianco di tutto ciò è anche necessario sviluppare competenze legate alla dimensione emozionale e soprattutto tenere conto dell’ambiente e del clima in cui i dipendenti si trovano a dover lavorare ogni giorno. Infatti con il termine di salute organizzativa, possiamo intendere anche la capacità di un’organizzazione di essere non soltanto efficace e produttiva, ma anche di svilupparsi promuovendo, mantenendo e migliorando il benessere fisico, psicologico e sociale di coloro che vi operano. 2 Tale principio è stato oggetto di studio e di intervento da parte della Pubblica Amministrazione, sia per ricercare lo strumento migliore che potesse garantire la massima efficienza, efficacia, economicità ma e soprattutto in considerazione del fatto che sviluppare il tema del Benessere Organizzativo implica sì un sistema gestionale più faticoso e complesso rispetto al tradizionale, ma molte ricerche hanno dimostrato che a medio e lungo termine migliora l’efficienza, la professionalità e non per ultimo la produttività. Attraverso questo lavoro intendo quindi effettuare una analisi del benessere percepito dagli operatori sanitari impegnati in un reparto differenziato per intensità di cura perché ritengo che, di fronte ai numerosi cambiamenti avvenuti e che avverranno negli enti pubblici e soprattutto nel settore sanitario, sia di importanza fondamentale che tutti gli attori impegnati in un’organizzazione siano soddisfatti del loro operato e soprattutto del luogo dove svolgono le loro funzioni. 1 Benessere organizzativo, F. Avallone, M. Bonaretti, Rubettino, 2003, pag. 24 2 Lineamenti di organizzazione e gestione delle risorse umane, F. Bochicchio, T. Di Sabato, Movimedia , Lecce, pag 143

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi benessere dipendenti
azienda dipendenti
keywordbenessere organizzativo
programma cantieri
qualità lavoro
sanità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi