Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le principali tappe evolutive del Servizio Sanitario Nazionale. La svolta federalista e alcune peculiarità dei servizi sanitari regionali di Veneto, Emilia Romagna e Lombardia.

La tesi tratta del Servizio Sanitario Nazionale, dalla sua istituzione con la Legge 833/78, dei suoi principi fondanti, delle principali tappe evolutive succedutesi negli anni novanta, della riforma del Titolo V della Costituzione e della svolta federalista.
Inoltre approfondisce le tematiche dell'Autorizzazione e dell'Accreditamento istituzionale delle strutture sanitarie, dei controlli interni ed esterni sulla qualità esull'appropriatezza delle prestazioni sanitarie erogate, spiega le fattispecie dei DRG e il case mix.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Prefazione. Oramai da quasi un decennio presto la mia opera lavorativa nelle articolazioni del Servizio Sanitario Nazionale, in Ospedale ieri, in Farmacia oggi: ebbene, nonostante ciò ho iniziato a comprendere l‟importanza del sistema salute, a capirne la strutturazione e ad innamorarmi dei principi generali che lo regolano solamente nel corso degli ultimi tre, quattro anni, cioè da quando sono tornato nel mondo universitario, iscrivendomi a questo corso di Laurea. Reputo quanto meno singolare che corsi di Laurea con indirizzo specificatamente sanitario, come quello di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche da me frequentato anni or sono, non siano stati attrezzati per spiegare e far comprendere agli studenti che li frequentano la teorica ammirabilità del Servizio Sanitario, il modello di governance del sistema e, soprattutto, i principi regolatori. Ritengo che ciò concorrerebbe a far crescere nei medici, nei farmacisti, nei chimici, negli infermieri e in qualsiasi altra figura istituzionalizzata che quotidianamente opera nel sistema salute, direttamente od indirettamente, l‟essenzialità del nostro lavoro, anzi della nostra missione: perché di missione si tratta, cioè di un‟attività che nell‟ambito del SSN non dovrebbe essere collegata soltanto alla remunerazione e che si dovrebbe nutrire più del sentimento sociale per la pubblica utilità e meno di egoismi settoriali ed individuali. Ecco quindi lo spunto per scrivere questa tesi, che nelle sue prime pagine illustra in modo essenziale i principi fondanti ed emozionanti su cui poggia il nostro SSN, per poi affrontare l‟impegnativo argomento della riforma del Titolo V della Costituzione Repubblicana, con la conseguente svolta federale impressa dal Legislatore. Quindi ho voluto approfondire alcune fattispecie riguardanti i Servizi Sanitari regionali di Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, che sono trasversalmente portati ad esempio di efficacia, efficienza ed economicità sanitaria. Le purtroppo numerose e sconfortanti notizie riportate dai mass media su frodi, truffe ed abusi che coinvolgono strutture ed uomini che “fanno sanità” mi hanno spinto a trattare la materia dell‟accreditamento delle strutture che erogano prestazioni in nome e per conto del SSN, il necessario sistema dei controlli e la relativa legislazione fondamentale. Infine si è giunti a trarre una conclusione, certo basata su dati riportati da qualificati Centri di ricerca ed Università, ma che sottace la non velata personale speranza che il Servizio Sanitario possa continuare a garantire un livello per lo meno essenziale di assistenza e di tutela della salute. Per tutti.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Massimo Giaretta Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2494 click dal 22/06/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.