Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Botticelli tra i musei d’Europa e d’Oriente. Validità, opportunità e diversità delle Mostre temporanee.

La mia tesi di laurea, in Storia Comparata dell’arte dei Paesi europei, si intitola "Botticelli tra i musei d’Europa e d’Oriente. Validità, opportunità e diversità delle Mostre temporanee/Botticelli among the museums of Europe and Asia. Validity, opportunity and diversity of temporary Exhibitions" ed è incentrata sul ruolo dell'istituzione museale in un contesto socioculturale e in una prospettiva storico-artistica, prendendo in esame le mostre temporanee più importanti svoltesi su Sandro Botticelli negli ultimi vent'anni, soffermandomi sul valore artistico e intellettuale dei suoi dipinti, sul contesto storico nel quale visse e sul fondamentale ruolo della sua bottega.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il corso da me seguito nel terzo anno del mio percorso universitario, Storia comparata dell arte dei paesi europei , curato dalla Prof.ssa Mimma Pasculli Ferrara, mi ha portato a delineare in una prospettiva nuova l immagine del museo: insieme macchina del tempo e sala d ibernazione in un presente che a noi sfugge inesorabilmente, smarriti come siamo tra crolli di ideologie e labili confini identitari. Il museo, con le sue opere sopravvissute al risucchio del tempo, ci fa credere per un attimo di aver vinto la scommessa dell immortalit . Lungi dall essere Specchio della Patria e Tempio del Bello com era definito nel XIX secolo, il museo oggi rischia di essere strumentalizzato per meri fini di lucro, perdendo la funzione educativa che una volta lo contraddistingueva1. Eppure, nonostante la crescente mercificazione della forma artistica e l accesso sempre piø frequente ai cosiddetti musei virtuali (rilevante Ł il caso della Galleria Borghese con il suo Cilindro Multimediale, che permette il collegamento via Internet con dieci celebri musei internazionali), la gente non rinuncia a fare la coda agli Uffizi e al Louvre per restituire l aura perduta , per dirla con Benjamin , agli originali. Esistono varie tipologie di contenitori artistici: - Contenitori museali ovvero musei storici, come il British Museum a Londra, l Ermitage a San Pietroburgo o gli Uffizi a Firenze; - Contenitori storici, idonei solo ad ospitare Mostre, come le Scuderie del Quirinale a Roma; - Contenitore storico che ospita solo un Fondo di donazione, come il Palazzo della Marra a Barletta che ospita la mostra permanente del Fondo di donazione di Giuseppe de Nittis; - Contenitore che Ł un Palazzo storico che si modernizza oggi ospitando nelle sue sale Mostre temporanee, come la Galleria Borghese a Roma; - Contenitore di nuova costruzione.2 Inoltre, vari sono i motivi che possono spingere ad allestire Mostre: eventi commemorativi, rivalutazione del patrimonio storico-territoriale o desiderio di approfondimento della vita di un artista. Le Mostre possono suddividersi in: 1 A. Paolucci, Premessa: modelli e funzioni del museo Europeo, in I luoghi dell arte. Un percorso tra arte e storia nei piø grandi musei europei, Milano 2002, pp. 9-11, citato da M. Pasculli nella sua presentazione PowerPoint su CD-ROM Validit , opportunit e diversit delle mostre temp oranee (2007) 2 Ibid.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Angela Patrono Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 648 click dal 24/06/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.