Skip to content

Miglioramenti concettuali al sistema di pedali ABC dell'automobile

Informazioni tesi

Traduttore: Valerio Camerini
  Tipo: Traduzione
  Anno: -
  Università: Indian Institute of Technology-Chennai-India
  Corso: Mechanical Engineering
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 25

Questo documento è una traduzione dall'originale:

"Conceptual Improvements in ABC Pedal System of Automobile"

La parola “pedale” viene dal Latino “Pes, Pedis”, ovvero piede.
Un pedale non è altro che una leva attivabile attraverso l’utilizzo del piede.

Per il principio della leva la parte superiore del congegno è in equilibrio statico, con la risultante delle forze nulla. Un’automobile dispone di solito di tre pedali, da sinistra verso destra:
-Il pedale della frizione, azionato dal piede sinistro;
-Il pedale del freno, generalmente largo e posizionato ad altezza media rispetto al pianale dell’auto, azionato dal piede destro;
-Il pedale dell’acceleratore, di forma stretta ed allungata, situato in basso per consentire al guidatore di poggiare il tallone a riposo sul pianale dell’autovettura. Anch’esso è controllato dal piede destro.

In una bicicletta i pedali sono collegati ai bracci della manovella in modo tale che restino paralleli alla suola delle scarpe durante la rotazione. Detta rotazione viene in genere trasmessa alla ruota posteriore del mezzo attraverso una catena ed una ruota dentata. Nel caso del freno a contropedale i pedali sono utilizzati simultaneamente anche per frenare la ruota posteriore, sempre mediante la catena.

In questo studio ci siamo concentrati sui possibili miglioramenti del sistema di pedali ABC (Dall’inglese Acceleration, Brake, Clutch; Acceleratore, Freno, Frizione) dell’automobile in funzione del comfort e della sicurezza del guidatore. Abbiamo inizialmente raccolto informazioni da diversi automobilisti ed esplorato direttamente le problematiche concrete che si presentano nell’utilizzo dei pedali ABC. Dando la priorità alle necessità del cliente e, utilizzando la tecnica d’analisi FAST, siamo riusciti a capire in dettaglio la funzionalità di ogni singolo componente del sistema ABC. In seguito all’analisi FAST ho eseguito il QFD (Quality function deployment) per fissare gli obiettivi del nostro progetto tramite la comprensione della validità dell’offerta della concorrenza rispetto alle esigenze del consumatore. Alla fine, attraverso processi logici ed intuitivi ho elaborato differenti progetti, valutati con il metodo della matrice decisionale pesata (weighted decision matrix method) per eliminare quelli irrealizzabili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2. Identificazione del problema 1. La maggior parte dei veicoli a quattro ruote utilizza i convenzionali pedali ABC che richiedono l’applicazione di una forza maggiore per il funzionamento. 2. Al momento dell’incidente esiste la possibilità di confondersi sulla posizione dei pedali. 3. Non c’è alcun meccanismo flessibile separato che gestisca i pedali ABC. 4. La maggiore forza necessaria per azionare i pedali ABC può condurre, a lungo andare, il guidatore ad avere problemi al ginocchio e all’anca. Seguono informazioni utili ad identificare alcune tra le cause degli incidenti, tratte da diversi periodici automobilistici. Over Drive 2008 L’80% degli incidenti è dovuto alla tensione. Auto Drive 2008 Il 50% dei sinistri avviene a causa di un ritardo nel tempo di reazione al momento dell’incidente. Altre riviste Il 50% degli incidenti è dovuto ad affaticamento da guida del conducente. 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abc pedal system
accelerazione
affinità
analisi morfologica
automobile
curva-s
fast
freno
freno al volante
freno motore
frizione
function structure
ingegneria meccanica
kano
matrice decisionale
meccanica
mercato
mercato automobile
pedali automobile
progetto
qfd
s-diagram
trasmissione
triz

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi