Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Albert Jay Nock: una voce della ''Old Right'' contro il New Deal

Nock giustifica la difesa della libertà, rigorosamente intesa nella sua accezione “negativa”, da due diversi fronti: da un lato è inviolabile poiché diritto naturale dell’individuo, dall’altro è ritenuta la condizione necessaria affinché si possa sviluppare una sana moralità che conduca ad un’altrettanto sana civilizzazione. L’affermarsi del New Deal di Roosevelt viene così considerato un sostanziale attacco ad entrambe le asserzioni, offensiva che suscita il risentimento di Nock e di tutti gli intellettuali nelle fila della “Old Right”.
L’elaborato, quindi, si propone di analizzare l’impianto teorico di A. J. Nock e le considerazioni politico – sociologiche da esso derivate. Mostrerò come tali riflessioni rappresentino una dura presa di posizione contro il New Deal, una critica mirata alle basi teoriche che motivarono le riforme di Roosevelt.
Inoltre, contestualizzerò il contributo nockiano all’interno della tradizione conservatrice statunitense, evidenziando la comparsa e l’evoluzione della cosiddetta “Old Right”. Facendo riferimento a quest’ultima, riporterò le posizioni anti – New Deal dei principali intellettuali aderenti, tra cui compare ovviamente lo stesso Nock.
Il primo capitolo è dedicato alla presentazione di Nock e del suo pensiero, quest’ultimo ricostruito facendo riferimento alle sue opere più significative in campo politico e sociologico.
Il secondo descrive la nascita della “Old Right”, le dinamiche interne ed i personaggi che la animano; in chiusura viene sottolineato il ruolo basilare di Nock in relazione ad essa.
Nel terzo capitolo viene brevemente riassunto il percorso riformistico del New Deal, dalle origini fino all’inizio della seconda guerra mondiale. Si tratta di una sintesi volutamente schematica: il fine è quello di delineare oggettivamente quali trasformazioni Roosevelt ha introdotto, cosa effettivamente il New Deal ha “creato”.
Il quarto capitolo, infine, presenta l’antagonismo dei componenti della “Old Right” verso l’operato di Roosevelt. Vi sono citati molti dei principali intellettuali che negli anni Trenta, condividendo posizioni libertarie ed isolazioniste, affiancarono Nock nell’opposizione all’espansione statalista.

Mostra/Nascondi contenuto.
  1. Introduzione «The practical reason for freedom, then, is that freedom seems to be the only condition under which any kind of substantial moral fibre can be developed»1 «L argomento di ordine pratico in favore della libert , allora, Ł il seguente: la libert sembra essere l’unica condizione in virtø della quale ogni tipo di solida moralit possa svilupparsi» Albert J. Nock Ho scelto di introdurre la mia tesi con questa citazione di Albert Jay Nock perchØ ritengo vi sia contenuto il fulcro principale attorno al quale ruota il mio elaborato: le conseguenze di un regime piø o meno liberale sulla societ ed i suoi membri. Nock giustifica la difesa della libert , rigorosame nte intesa nella sua accezione negativa , da due diversi fronti: da un lato Ł inviolabile poichØ diritto naturale dell individuo, dall altro Ł ritenuta la condizione necessaria affinchØ si possa sviluppare una sana moralit che conduca ad un altrettanto sana civilizzazione. L affermarsi del New Deal di Roosevelt viene cos considerato un sostanziale attacco ad entrambe le asserzioni, offensiva che suscita il risentimento di Nock e di tutti gli intellettuali nelle fila della Old Right . L elaborato, quindi, si propone di analizzare l impianto teorico di A. J. Nock e le considerazioni politico sociologiche da esso derivate. Mostrer come tali riflessioni rappresentino una dura presa di posizione contro il New Deal, una critica mirata alle basi teoriche che motivarono le riforme di Roosevelt.   1 Nock, Albert Jay (1928), On Doing the Right Thing , in On Doing the Right Thing and Other Essays. New York: Harper and Brothers, p. 173.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Patrick Rota Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 337 click dal 02/07/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.