Skip to content

The History and Fall of Caius Marius e il suo antecedente Shakespeariano

Informazioni tesi

  Autore: Laura Giovanna Scolari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Lisanna Calvi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 142

Il lavoro presentato qui di seguito parte da un attento esame del periodo storico della Restaurazione, continua con un’analisi dei nuovi gusti teatrali dell’epoca e di un nuovo pubblico, si sofferma sul concetto di making fit e infine giunge a delineare un confronto tra l’opera di Romeo and Juliet di Shakespeare e il suo adattamento a opera di Thomas Otway.
L’elaborato si propone di mettere in luce, attraverso uno studio delle discontinuità tra le due opere, un nuovo modo di rapportarsi alla tragedia (proprio del periodo della Restaurazione e diverso da quello shakespeariano), che non pone la sua importanza sull’investigazione del destino tragico dell’uomo e della sua anima, ma che risponde a esigenze più precipue e incombenti che possono essere riassunte nella preoccupazione di Otway (e del suo tempo) nei confronti di una situazione politica allarmante. I toni cupi e violenti della tragedia Caius Marius sono quindi riflesso dei decenni inquieti ai quali Otway appartiene.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel 1660, con il ritorno di re Carlo II sul trono inglese e la restaurazione della monarchia, fu ordinata l’immediata riapertura dei teatri: This truth we can to our advantage say, They that would have no King, would have no Play1 Così recitavano i primi versi del prologo dell’opera Epicoene2, la prima a essere ripresa in quegli anni (Novembre 1660) alla presenza del re al Cockpit Theatre. La Restaurazione fu un periodo di grande rinnovamento della storia socio- politica anglosassone e la rinascita del teatro simboleggiava il momento di ripresa di una società in evoluzione3. Gli sconvolgimenti che avevano colpito l’Inghilterra durante la prima metà del XVII secolo (la guerra civile, il regicidio, la nascita e la caduta della Repubblica) avevano contribuito a creare, all’indomani della rinuncia al potere di R. Cromwell nel 1659, un senso di timore nel popolo inglese, il timore di un possibile ritorno a una situazione di conflitto e di caos anarchico. Queste paure vennero esorcizzate attraverso l’arte, un’arte che però non chiuse con la tradizione, ma si rinnovò attraverso di essa. 1 BENJAMIN JONSON, Epicoene: or, The silent woman [1660], a cura di Richard DUTTON, Manchester, Manchester University Press, 2003. 2 Epicoene, commedia in cinque atti scritta da Ben Jonson, fu rappresentata per la prima volta nel 1609 al Whitefriars Theatre. Era la più farsesca e popolare delle opere di Jonson, imperniata sulla beffa di cui si rendeva vittima un ricco scapolo, burlato da Epicene, finta donna, e da un intraprendente nipote. Successivamente, e più precisamente all’inizio del periodo della Restaurazione, l’opera venne ripresa e rappresentata più volte: Samuel Pepys nel suo Diary riportava diverse mise en scène del dramma, prima fra tutte quella del novembre 1660 avvenuta al cospetto del re al Cockpit Theatre. L’opera decretò un successo tale durante quegli anni che anche un autore del calibro di John Dryden contribuì a tesserne gli elogi definendola “the pattern of a perfect play”. 3 La società della Restaurazione era notevolmente cambiata: adesso aveva a capo una classe borghese sempre più ricca la quale amava il teatro anche per i suoi aspetti osceni e scabrosi. Il teatro quindi, come la società, subì un cambiamento: esso fu espressione di un nuovo pubblico, un pubblico d’èlite, desideroso di andare a teatro non solo per vedere commedie brillanti ma anche per vedere ed “essere visti” da altre persone. Il genere della comedy of manners fu il genere che maggiormente rappresentò la nuova società: i personaggi incarnavano le caratteristiche dei borghesi nella loro veste più tradizionale, ovvero l’eccesso, l’affettazione e l’amore per l’apparenza. Essi potevano distinguersi per l’eleganza o l’ingegno, ma sicuramente non per la moralità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adattamento
caius marius
carlo ii
dramma eroico
dramma storico
exclusion bill
exclusion crisis
giulietta
lavinia
making fit
marius junior
mercuzio
popish plot
restaurazione
romeo
romeo and juliet
shakespeare
sulpitius
the history and fall of caius marius
thomas otway
titus oates
tories
tragedia
whigs

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi