Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Household finance: gli investimenti delle famiglie italiane

La tesi analizza un paper di Campbel sulla household finance e successivamente si sofferma sulla situazione delle famiglie italiane. Tipologia di investimento, comportamenti, e raffronti con le famiglie delle principali economie mondiali. Ne esce una differenza primaria. La prevalenza delle famiglie italiane verso il risparmio e verso i titoli più sicuri ma con rendimenti minori.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1: Household finance Lo studio dell’household finance è un impegno molto competitivo e difficile da portare avanti poiché le famiglie si trovano a fronteggiare vincoli non contenuti e analizzati nei modelli teorici di cui si servono normalmente gli economisti. Ci sono evidenze che le famiglie investono efficientemente o utilizzano in modo appropriato gli strumenti finanziari a loro disposizione, ma rimane in ogni caso una minoranza che commette errori anche gravi. Questa minoranza si vedrà provenire da famiglie disagiate e con un livello d’educazione più basso, che consce delle loro basse capacità, evitano strategie e prodotti finanziari per i quali non si sentono qualificate. Vedremo che la presenza di questi soggetti alimenta il cross-subsidy fra loro e le famiglie benestanti, rallentando l’innovazione dei prodotti e dei mercati finanziari. C’è la presenza di cross-subsidy quando fra due gruppi distinti presenti in una stessa società uno dei due sostiene costi maggiori di quelli che sosterrebbe a rimanere da solo, pagando costi indiretti più alti dovuti alla mancata conoscenza d’opportunità più vantaggiose e dando, in questo modo, la possibilità all’altro gruppo di usufruire di queste situazioni migliori offerte proprio perché indirizzate solo ad una piccola fetta della popolazione. Normalmente il primo gruppo non sa, oppure non ha la possibilità, di annullare il cross-subsidy. L’organizzazione dell’articolo sarà la seguente: sezione 1, saranno riassunte le sfide empiriche e teoriche affrontate dai ricercatori studiando l’household finance; sezione 2, discussioni sulla partecipazione familiare e l’allocazione dei beni; sezione 3 studi sulla diversificazione del rischio dei beni proprietari; Sezione 4 gli usi della scelta di un’ipoteca, una delle più importanti decisioni che una famiglia deve prendere, per illustrare i temi dell’household finance. La sezione 5 considera le barriere all’innovazione nei mercati finanziari al dettaglio e la sezione 6 concluderà. 1.1 Introduzione L’household finance, come si evince dal nome studia il comportamento finanziario delle famiglie e i criteri con cui esse utilizzano gli strumenti, messi a 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Matteo Abeni Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 819 click dal 16/07/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.