Skip to content

''TUTTI'' in viaggio: alla scoperta dei Nebrodi

Informazioni tesi

  Autore: Silvana Starvaggi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Annamaria Curatola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

La parola viaggiare indica il trasferirsi da un luogo all’altro, girando paesi diversi dal proprio con permanenze più o meno lunghe allo scopo di conoscere, istruirsi, divertirsi, consolidare rapporti.
Nel mondo del turismo, le persone con disabilità, fino agli anni settanta non erano tenute in considerazione, non vi erano pacchetti ed itinerari turistici studiati per le loro esigenze.
Solo col consolidarsi del fenomeno turistico si è compreso che bisognava proporre a tutti i clienti/turisti le stesse opportunità di viaggiare, senza discriminazioni di alcun genere, quindi bisognava offrire un Turismo Accessibile.
Molto spesso quando si parla di Turismo Accessibile l’errore che si commette è quello di accostare questo settore a quello delle persone con disabilità fisiche permanenti, infatti persino il simbolo usato per indicare l’accessibilità di una struttura o di un servizio è la sedia a ruote, ricavandone così una visione medico-ospedaliera di questo genere di turismo.
Riferendoci al Turismo Accessibile parliamo prima di tutto di un turismo attento ai “bisogni di tutti”, intendendo oltre ai disabili, gli anziani con difficoltà motorie, i bambini, le mamme con i passeggini, le persone ipovedenti o non vedenti, persone con problemi di udito, coloro che hanno allergie o problemi di tipo alimentare, i soggetti temporaneamente infortunati o chiunque preferisca evitare gli scalini.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 1.1 Definizione di disabilità É persona disabile, <<colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale (…) che causa difficoltà (…) tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione>>.3 Nel 1980 l‟Organizzazione mondiale della sanità (OMS),4 ha pubblicato il suo primo documento, “Classificazione Internazionale delle Menomazioni, Disabilità e Handicap”5 che definisce la disabilità come la condizione sfavorevole della persona e, l'handicap come lo svantaggio sociale. Tale accezione ha mostrato negli anni una serie di limiti: viene preso in considerazione solo un gruppo di persone (i disabili), mentre la disabilità deve essere percepita come un 3 Legge quadro sull‟handicap, n. 104 del 1992 all‟art. 3. La legge ha riordinato l‟assistenza, non solo funzionale ma anche sociale alla persona disabile, puntando sull‟integrazione nella famiglia e nella scuola e nel lavoro. 4 OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), agenzia specializzata delle Nazioni Unite per la salute, comprende 193 Stati Membri, fondata il 7 aprile 1948, sede a Ginevra. L'obiettivo dell'OMS sta nel raggiungimento del più alto livello di salute possibile (condizione di completo benessere fisico) da parte di tutte le popolazioni. Dal sito ufficiale dell'OMS, <http://www.who.int>. 5 ICIDH, International Classification of Impairments, Disabilities and Handicaps.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accessibilità
adattabilità
area del capriolo galati mamertino
barriere archittettoniche
capo d'orlando
castell'umberto
comune di naso
customer care
disabilità
disabilità motoria
disabilità sensoriale
english tourist board
guide accessibili
handicap
percorsi
percorsi accessibili
percorsi turistici per disabili
storia del turismo accessibile
tourist for all
turismo
turismo accessibile
tutti
viaggio
visibilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi