Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'usabilità di Youtube: esecuzione e risultati di un test di usabilità per un sito web

La materia di cui tratta la tesi è l’usabilità del web, che secondo una delle definizioni più conosciute indica “l’attitudine di un sito ad essere compreso, appreso, usato e gradito dall’utente”, un requisito semplice da definire ma non altrettanto da realizzare.
Verrà quindi spiegato in maniera sintetica cosa si intende per usabilità, in particolare riferita al mondo di Internet e dei siti Web, e quali ne sono i principi fondamentali; non esistendo una normativa specifica in materia ma solamente definizioni relative a prodotti informatici in genere, verranno considerate alcune teorie da parte di esperti del settore.
L’argomento principale della tesi non è però l’usabilità del web in generale, bensì uno degli strumenti più efficaci per la valutazione di prodotti informatici e nello specifico dei siti web: il test di usabilità con utenti. Verrà dunque illustrato in cosa consiste e tutto ciò che necessita per realizzarlo.
Si partirà da una descrizione generale del test e il confronto con mezzi alternativi di cui vedremo pregi e difetti, per poi proseguire con una descrizione passo passo per la sua realizzazione: verranno elencate le diverse fasi che portano al resoconto finale, dalla pianificazione alla preparazione, dalla conduzione alla sua esecuzione effettiva.
Per spiegarne il processo e altresì verificarne le reali potenzialità verrà affrontato un test di usabilità per uno sito web già in rete da alcuni anni e molto frequentato: www.youtube.com.
In questa maniera si potrà analizzare l’intero procedimento per la realizzazione di un test, partendo dalla descrizione generale di ogni fase e aspetto rapportandola poi nello specifico al sito preso in analisi; sarà così possibile seguire in maniera dettagliata tutti i passaggi del test e la relativa messa in pratica per YouTube, che fornirà esempi e dati realistici per la valutazione di altri siti Web.
Inoltre, concluso il test si passerà all’ultima fase di analisi dei risultati, in cui i dati raccolti saranno organizzati e interpretati per redigere un resoconto finale dell’usabilità del sito: verranno illustrati gli errori commessi più frequentemente dagli utenti tester, i problemi maggiori riscontrati durante la navigazione del sito, gli aspetti dell’usabilità meno rispettati e che hanno perciò portato ad una scorretta fruizione delle pagine. Va però precisato che il resoconto ottenuto non è un documento ufficiale che servirà alla modifica dei problemi riscontrati durante l’analisi, ma risulterà esclusivamente una valutazione dell’usabilità delle pagine e degli strumenti più utilizzati di YouTube.com, cercando di fornire una spiegazione
obiettiva del perché alcuni problemi che, se riscontrati, si sono verificati con ricorrenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE ALL’USABILITA’ L’usabilità Che cos’è l’usabilità? Da una ricerca nel Web, il primo sito significativo che compare è www.usability.gov («La tua guida per sviluppare siti web usabili ed efficienti») , sito ufficiale del Governo degli Stati Uniti e principale fonte di informazioni su usabilità e design mirato all’utente. La risposta che troviamo è «L’usabilità misura la qualità dell’esperienza dell’utente quando interagisce con un prodotto o un sistema, sia un sito Web, un’applicazione software, tecnologie mobili e qualsiasi altro strumento con cui può operare un utente». La definizione non è difficile da comprendere, ma più semplici sono quelle che possiamo ricavare dall’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione: lo standard ISO/IEC 9126 Information technology - Software product evaluation - Quality characteristics and guidelines for their use definisce l'usabilità come «la capacità del software di essere compreso, appreso, usato e gradito dall’utente quando usato in determinate condizioni»; lo standard ISO 9241-11 Ergonomic requirements for office work with visual display terminals - Guidance on usability, invece, definisce l'usabilità come «il grado in cui un prodotto può essere usato da specifici utenti per raggiungere specifici obiettivi con efficacia, efficienza e soddisfazione in uno specifico contesto d'uso». Si può così capire a grandi linee cosa sia l’usabilità, non una semplice caratteristica di un’interfaccia grafica, bensì una combinazione di diversi fattori quali: • Comprensibilità – Il sistema dovrebbe essere facile da capire in modo che l’utente può iniziare rapidamente a lavoraci. • Efficienza – Il sistema dovrebbe essere efficiente, in modo che una volta imparato a usarlo, sia possibile un buon livello di produttività. • Capacità di memorizzazione - Il sistema dovrebbe essere facile da memorizzare, in modo che l’utente casuale sia capace di ritornarci dopo un periodo senza usarlo, non dovendo imparare di nuovo tutto da capo. • Errori – Il sistema dovrebbe avere un basso tasso di errore, cosicché l’utente che compie qualche errore durante l’uso sia capace di venirne fuori. • Soddisfazione soggettiva – Quanto piace all’utente usare il sistema? In tutte queste definizioni di usabilità, la focalizzazione è sull’utente, non sul sistema.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Nicola Moretto Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 973 click dal 23/07/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.