Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal Varietà a commedia: il ''genere Viviani''

Il percorso artistico di Raffaele Viviani, indissolubilmente legato al contesto sociale napoletano, risente del rapporto con la critica che ha sempre stentato nel riconoscergli il ruolo che ha svolto come autore nell'ambito della letteratura teatrale italiana del '900, pur non mancando mai di sottolinearne le straordinarie doti attoriali. La conoscenza e la pratica nei teatri di Varietà e la capacità di distaccarsi dal bozzettismo degli artisti che vi operano, unite alla capacità di amplificare l'uso del corpo in tutte le sue componenti motorie e vocali e al riconoscimento del ruolo non subalterno della musica rispetto al testo, sono determinanti nella creazione del genere Viviani.Su di lui pesa l'opinione corrente che considera le sue opere come semplici canovacci;non viene compreso pienamente dai critici come autore e poeta, di cui a torto viene sottolineata un'incolmabile distanza ideologica e linguistica da Eduardo De Filippo;incorre infine nelle restrizioni della morale fascista che lo allontana dal pubblico e alimenta i pregiudizi sulla sua produzione drammaturgica.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 Dal Variet alla commedia: il genere Viviani 1.1. Notizie biografiche L arte di Raffaele Viviani non scaturisce [ ] da un a convinzione ideologica nØ, tanto meno, da un appartenenza politica, ma dalle viscere stesse della Napoli profonda che in lui riesce miracolosamente a identificarsi, a esprimersi, a far poesia1. Raffaele Viviani nasce a Castellammare di Stabia il 10 gennaio del 1888 da un padre cappellaio, poi vestiarista teatrale, da cui riceve 1 A. Ghirelli. La sua Napoli profonda in Viviani a cura di M. Adria, Tullio Pironti editore, Napoli, 2001, p. 26.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Franca Buccheri Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 664 click dal 28/07/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.