Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Frammenti di innovazione; analisi dei vissuti di alcuni maestri steineriani

Ricerca sociologica qualitativa sull'identità professionale e identità individuale nei vissuti di alcuni maestri steineriani.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questo lavoro nasce da una serie di riflessioni e di esperienze personali, legate al diffuso disagio nel quale stiamo vivendo. Alcuni lo vivono, lo percepiscono, altri no, scelgono il "vivere poi non così male" al vivere pienamente. Il malessere, comunque, esiste. Il filo che intreccia le maglie dell'indagine si dipana da questo impulso iniziale e giunge a considerare, a livello sociale e individuale, tanto l'esigenza di una trasformazione quanto l'esistenza (seppure in chiave minoritaria) di un reale spirito innovativo. Non si intenda, con questo, una forma di totale negazione e negatività della realtà presente, ma un modo di valorizzarla adesso ed in una prospettiva futura. E' proprio proiettandosi nel domani che si è sentita la necessità di volgere lo sguardo all'educazione, al suo significato di formazione di coloro che, infanzia di oggi, saranno gli adulti della società futura. All'interno del vasto tema dell'educazione, che potenzialmente si infiltra in tutti gli ambiti di vita, sono state scelte due variabili principali su cui si articola il lavoro: la socializzazione e l'identità. Il ruolo professionale dell'insegnante scolastico è lo spazio in cui si compenetrano queste due variabili. L'indagine si compone di due percorsi, l'uno teorico e l'altro empirico. Una panoramica su alcuni aspetti dell'educazione avvia il percorso teorico. Il riconoscimento di un legame che unisce l'educazione alla società accomuna le varie teorie sociologiche; invece, sono diverse le interpretazioni di questo rapporto. Si possono distinguere, a questo proposito, tre grandi fasi: una che vede l'educazione come variabile dipendente dalla società, il cui fine è la conformità alle norme sociali; un'altra che, con la rottura del paradigma strutturalista, vede l'educazione come variabile indipendente dalla

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Barbara Villa Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1710 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.