Skip to content

Donazione delle cellule staminali da cordone ombelicale. Progetto di raccolta ed ipotesi applicativa per la Provincia Autonoma di Bolzano

Informazioni tesi

  Autore: Mirco Rizzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2001-02
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Ostetricia
  Relatore: Sergio Messini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

Ho maturato l’idea di un lavoro sulla donazione e la raccolta delle cellule staminali da cordone ombelicale, in base all’importanza che credo abbia il dono. Esso si manifesta come il fondo più vero delle relazioni etiche, nelle sue caratteristiche di genuinità e gratuità.
E’ importante donare qualche cosa che ci appartiene, attraverso un atto accomunante. Si dona il proprio tempo, o un qualche simbolo della propria identità.
Il donante si dona, regalando sé nel dono, o una qualche parte di sé, o un dono del proprio corpo di pregnante simbolicità, come ad esempio gli organi o il sangue cordonale.

Ulteriore motivazione a questa mia tesi nasce dall’esperienza di tirocinio. Infatti, mi sono trovato più volte a dover gettare, e a non poter raccogliere, il sangue del cordone ombelicale, che potenzialmente sarebbe potuto essere fonte di speranza per i bambini malati di leucemia.
Sono convinto che chiunque sarebbe disposto a compiere un così facile gesto, anche perché spesso donare qualche cosa comporta sempre un po’ di sacrificio, mentre la donazione del sangue cordonale é indolore sia per la mamma che per il neonato, e necessita solo di una breve attesa fino a quando é stata riempita la sacca. Agli operatori invece, che sono impegnati nella raccolta del sangue, viene richiesta una nuova prestazione, che, rispetto alle normali procedure, richiede un ulteriore impegno di tempo. Quale miglior tempo speso per un atto di così tale generosità.

Nella tesi ho sviluppato inizialmente il tema delle cellule staminali, partendo dalle origini fino ai giorni nostri, descrivendone le fonti e le caratteristiche.
Le cellule staminali, fino ad un recente passato considerate anonime strutture biologiche, sono oggi arrivate alla ribalta nei dibattiti scientifici per le potenzialità terapeutiche che il loro utilizzo consentirà di raggiungere in non più di dieci anni.
Si tratta di cellule ubiquitarie che si trovano in ogni stadio dello sviluppo biologico dell’individuo; sono infatti presenti nell’embrione, nel feto, nel sangue cordonale, ma anche in molti tessuti dell’organismo adulto, perchè rimangono nei differenti tessuti di ciascun essere umano per tutta la vita.
Le cellule staminali ricavate dal sangue cordonale rappresentano una buona fonte di cellule staminali, anche se le loro potenzialità biologiche non sono state ancora completamente chiarite.
Da una decina d'anni è stata dimostrata la possibilità di eseguire un trapianto di midollo allogenico utilizzando il sangue del cordone ombelicale, perché è stato da tempo identificato come possibile fonte alternativa di cellule staminali emopoietiche. Il trapianto di cellule staminali da cordone ombelicale è un intervento che ha dimostrato fattibilità ed efficacia. Restano ancora però i problemi della convenienza economica e dell’istituzione di banche di sangue cordonale.

Successivamente ho analizzato l’organizzazione delle banche di sangue cordonale ponendo l’attenzione sulle metodiche di conservazione e sul controllo di qualità; ho fatto in particolar modo riferimento ai protocolli GRACE, ai quali si attengono le principali banche del sangue italiane.

Sono passato poi alla descrizione di un progetto di raccolta di sangue placentare, in cui ho posto l’attenzione sulle motivazioni che spingono alla raccolta, le procedure che seguono la donazione, chi sono i riceventi e quali prospettive future, in base alle attuali conoscenze scientifiche, avranno i trapiantati.

Per l’attuazione del progetto sopradescritto è richiesta, oltre che la volontà e la voglia di attuarlo, anche una certa flessibilità, dove potrebbero essere richieste delle variazioni agli standard lavorativi abituali.

L’obiettivo principale che mi sono posto con la stesura di questa tesi è di portare a conoscenza attraverso l’esperienza italiana e di quella straniera, lo scenario attuale che si presenta nell’ambito della donazione del cordone ombelicale e di sensibilizzare le Aziende Sanitarie a costituire dei centri di raccolta.

Possa essere quindi la mia, un’ipotesi realizzabile attraverso l’appoggio delle Aziende Sanitarie, tramite il personale medico ed infermieristico, al fine di creare i presupposti necessari, atti alla sensibilizzazione ed all’informazione della popolazione alla donazione del sangue cordonale.
Così come le madri, che attraverso il miracolo del parto possono, oltre che dare alla luce il loro bambino, essere anche esempio di solidarietà nei confronti di altre madri, di altre famiglie, di altre persone, che necessitano del loro sostegno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Ho maturato l‟idea di un lavoro sulla donazione e la raccolta delle cellule staminali da cordone ombelicale, in base all‟importanza che credo abbia il dono. Esso si manifesta come il fondo più vero delle relazioni etiche, nelle sue caratteristiche di genuinità e gratuità. E‟ importante donare qualche cosa che ci appartiene, attraverso un atto accomunante. Si dona il proprio tempo, o un qualche simbolo della propria identità. Il donante si dona, regalando sé nel dono, o una qualche parte di sé, o un dono del proprio corpo di pregnante simbolicità, come ad esempio gli organi o il sangue cordonale. Ulteriore motivazione a questa mia tesi nasce dall‟esperienza di tirocinio. Infatti mi sono trovato più volte a dover gettare, e a non poter raccogliere, il sangue del cordone ombelicale, che potenzialmente sarebbe potuto essere fonte di speranza per i bambini malati di leucemia. Sono convinto che chiunque sarebbe disposto a compiere un così facile gesto, anche perché spesso donare qualche cosa comporta sempre un po‟ di sacrificio, mentre la donazione del sangue cordonale é indolore sia per la mamma che per il neonato, e necessita solo di una breve attesa fino a quando é stata riempita la sacca. Agli operatori invece, che sono impegnati nella raccolta del sangue, viene richiesta una nuova prestazione, che, rispetto alle normali procedure, richiede un ulteriore impegno di tempo. Quale miglior tempo speso per un atto di così tale generosità. Nella tesi dunque ho sviluppato inizialmente il tema delle cellule staminali, partendo dalle origini fino ai giorni nostri, descrivendone le fonti e le

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bolzano
cellule staminali
ostetrica
ostetricia
parto
placenta
progetto
raccolta
secondamento
staminali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi