Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Fratelli Musulmani nella letteratura araba del Novecento

Il ruolo della religione nella società moderna è uno dei problemi cruciali del nostro tempo. La questione ha accompagnato il processo di modernizzazione delle società arabe sin dalla seconda metà dell’Ottocento. La narrativa araba del Novecento ci offre una fonte privilegiata per comprendere diversi aspetti del processo di modernizzazione, ivi comprese le trasformazioni dell’identità religiosa e i conflitti a questa collegati. In questo lavoro abbiamo analizzato quattro importanti romanzi e racconti egiziani che descrivono vari aspetti del movimento dei Fratelli Musulmani. Per la nostra analisi, abbiamo presentato i testi e gli autori nel contesto dello sviluppo della narrativa egiziana, e nel contesto delle vicende storiche a cui essi fanno riferimento. Le quattro opere che abbiamo scelto, lette nelle loro traduzioni in italiano e in inglese, sono state scritte fra il 1952 e il 2002. La selezione delle fonti, la traduzione e l’organizzazione dei materiali sono state attuate con lo scopo di offrire un’idea realistica della situazione della società egiziana. Attraverso tali opere, infatti, si può cogliere l’evoluzione dell’atteggiamento degli intellettuali laici, come sono tutti gli scrittori presi qui in considerazione, nei confronti del fondamentalismo islamico. Allo stesso tempo, i testi possono essere utilizzati come testimonianze letterarie sulla storia del movimento dei Fratelli Musulmani e del suo impatto sulla società egiziana: ad oggi, essi sono fra le poche associazioni che detengono l’egemonia nei Paesi arabi e nei Paesi occidentali di immigrazione musulmana, riuscendo a mettersi alla testa delle rivendicazioni popolari e ad arrivare al potere in modi, per lo più, “democratici”. Risulta dunque chiaro che, per analizzare il ruolo politico dei Fratelli Musulmani, è stato necessario soffermarsi preliminarmente sulla questione dei rapporti tra democrazia e Islam, tra l’occidentalizzazione alienante e il radicalismo fondamentalista.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 “abbiamo imparato a volare come gli uccelli, abbiamo imparato a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato a vivere come fratelli.” (M. L. King) IL TEMA RELIGIOSO NELLA NARRATIVA ARABA DEL NOVECENTO. Nella regione del Vicino Oriente, ai bagliori dell’Ottocento, si sviluppò un movimento definito nahḍah, ossia rinascita, risveglio, caratterizzato da movimenti di rinascita sociale, politica e letteraria che cercavano di reagire ad un periodo di decadenza, detto inḥiṭāṭ, che aveva condotto il mondo arabo verso una stasi e un ritardo in campo culturale e civile rispetto all’Occidente. La narrativa moderna, ossia quella del Novecento, essendo figlia di questi primi timidi segnali di rinnovamento, può essere intesa come uno specchio che riflette le trasformazioni sociali e culturali della modernità nel mondo arabo. Tali trasformazioni, germogliate da un lungo periodo di declino politico e militare, nonché sociale e morale, sono state stimolate e ispirate dal confronto con l’Occidente progredito: i contatti con la cultura occidentale, intensificati con l’occupazione europea, risvegliano negli arabi ideali di libertà e indipendenza. Partendo da questi presupposti, le forme e i modelli di espressione letteraria, sviluppati in Europa, divennero il modello da imitare e da cui trarre spunto per la maggior parte dei paesi in via di sviluppo. All’inizio la reazione è stata spesso di ammirazione per gli ideali di libertà e di uguaglianza realizzati, in apparenza, nel Vecchio Continente; tuttavia il confronto con

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Beatrice Palma Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1707 click dal 31/08/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.