Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La calorimetria e lo studio del dispendio energetico

La dieta bilanciata fornisce la quantità necessaria di nutrienti per supportare la crescita, mantenere il peso corporeo e per sostenere il dispendio energetico (BM o BEE, TID, AEE).
Principale per una corretta alimentazione, è il calcolo del fabbisogno energetico giornaliero, per prevenire lo sviluppo di malattie da carenza e ridurre il rischio di malattie associate ad eccessi alimentari. La completa utilizzazione dei nutrienti, ai fini energetici, richiede ossigeno che è trasportato alle cellule dei tessuti metabolicamente attivi attraverso il sistema circolatorio.
Nei soggetti affetti da patologia alimentare vi è un’alterazione dell’introito calorico, come dimostrano studi e ricerche del bilancio energetico nel campo delle alterazioni metaboliche.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. INTRODUZIONE In questi ultimi anni, è aumentato l’interesse sullo studio del bilancio energetico nell’uomo e questo sia in condizioni di salute sia nei casi associati a differenti patologie, come l’ obesità e la malnutrizione. L’ alimentazione con l’introduzione di macronutrienti, micronutrienti, Sali minerali, vitamine rappresenta il mezzo per raggiungere e mantenere un buono stato di nutrizione e salute del soggetto. La dieta bilanciata fornisce la quantità necessaria di nutrienti per supportare la crescita e mantenere il peso corporeo, per prevenire lo sviluppo di malattie da carenza e ridurre il rischio di malattie associate ad eccessi alimentari. Nei soggetti affetti da patologia alimentare vi è un’alterazione dell’introito calorico, come dimostrano studi e ricerche del bilancio energetico nel campo delle alterazioni metaboliche. “L’uomo è ciò che mangia” recitano le parole coniate dal filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, 1850 valutando come aspetto centrale della vita di ogni individuo le sue abitudini alimentari. Il primo punto da considerare, per una corretta alimentazione, è il fabbisogno energetico dipendente a sua volta dal dispendio energetico, che cambia da individuo a individuo, in relazione alle caratteristiche del soggetto e al suo stile di vita.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Biotecnologiche

Autore: Martina Montisano Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1081 click dal 20/09/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.