Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche di codifica a doppia scansione

In questo lavoro di tesi verrà presentato un sistema innovativo per la codifica di immagini fisse, utile soprattutto in quelle applicazioni che richiedono un elevato tasso di compressione.
Verranno presentati i risultati relativi ad immagini di test, per mostrare l’efficacia degli algoritmi ed il raggiungimento degli obiettivi proposti.
Nel primo capitolo sarà descritta la base teorica del lavoro, introducendo un operatore matematico noto come Trasformata Wavelet, e verrà posta particolare attenzione alla sua capacità di rilevare importanti caratteristiche delle immagini quali bordi, incroci di linee, vertici.
Nel capitolo successivo verranno presentati alcuni standard di riferimento sia per la codifica di immagini fisse che per la compressione delle sequenze video. Si farà riferimento ad essi sia come termine di confronto con il sistema realizzato, sia perché utilizzati nell’implementazione dell’ algoritmo proposto.
Nel capitolo terzo si descriverà una tecnica innovativa per la ricostruzione dell’immagine a partire dai relativi Piani Wavelet campionati secondo una griglia uniforme: le caratteristiche di invarianza alla traslazione e alla rotazione delle Wavelet Circolari Armoniche di Laguerre Gauss, rendono di fatto questa trasformata, la prima candidata per una Codifica a Doppia Scansione.
Nel capitolo conclusivo si analizzeranno nel dettaglio le tecniche utilizzate per la realizzazione del sistema di codifica proposto e si mostreranno i risultati conseguiti, mettendoli a confronto con quelli ottenibili attraverso una codifica standard.
Gli algoritmi proposti sono stati implementati in linguaggio ANSI C++, in ambiente UNIX-Solaris su calcolatori SUN Ultra SPARC II.

La presente tesi di laurea è stata sviluppata presso il Laboratorio Video della “Fondazione Ugo Bordoni”.
Si ringrazia la FUB per aver fornito i mezzi tecnici necessari al suo svolgimento.
Si ringrazia, inoltre, tutto il personale che ha messo a disposizione la propria cortese e preziosa collaborazione e, in particolar modo, l’Ing. L. Capodiferro, il Prof. A. Neri ed il Prof. G. Jacovitti senza i quali il presente lavoro di tesi non sarebbe stato realizzato.

Mostra/Nascondi contenuto.
i Prefazione La presente tesi di laurea è stata sviluppata presso il Laboratorio Video della “Fondazione Ugo Bordoni”. Si ringrazia la FUB per aver fornito i mezzi tecnici necessari al suo svolgimento. Si ringrazia, inoltre, tutto il personale che ha messo a disposizione la propria cortese e preziosa collaborazione e, in particolar modo, l‟Ing. L. Capodiferro, il Prof. A. Neri ed il Prof. G. Jacovitti senza i quali il presente lavoro di tesi non sarebbe stato realizzato.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Carosi Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 560 click dal 23/09/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.