Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie aziendali in periodi turbolenti

Il mondo delle imprese sta oggi vivendo una fase di profonda trasformazione e questo è dovuto in particolare alla velocità di evoluzione dei mercati e alle crescenti variabili da tenere in considerazione. Tali dinamiche costringono le organizzazioni a cercare un continuo adattamento, questo non è però una condizione sufficiente: le imprese stesse infatti dovrebbero promuovere il continuo cambiamento, identificando in esso un’opportunità per crescere. Il mondo oggi è più interconnesso e interdipendente che mai. La globalizzazione ha prodotto una tale integrazione dei sistemi che nessun paese e nessuna azienda si può sentire al sicuro dagli effetti delle grandi trasformazioni che avvengono in ogni angolo del mondo. Ciò fa si che le turbolenze siano sempre più numerose e il loro impatto sempre più diffuso e intenso. La complessità, il rischio e l’incertezza del mondo degli affari ha reso ancora più ardua la sfida di gestire un’azienda in un’economia perturbata.

Il presente lavoro vuole essere un contributo finalizzato a far conoscere le possibili strategie da attuare per sopravvivere e riuscire a crescere in periodi turbolenti.
In tale lavoro si cerca, pertanto, di fornire un quadro abbastanza dettagliato della situazione in atto.

Per affrontare questo nuovo ambiente, nel capitolo 1 vengono individuate le molteplici cause della turbolenza che costringono il management ad adottare nuovi comportamenti strategici, se intende ridurre la vulnerabilità e moltiplicare le opportunità in modo rapido e sistematico. Vengono descritte le reazioni in termine di “taglia e fuggi” dei manager in periodi di recessione e turbolenza, e le conseguenze spesso negative di queste misure sulla sopravvivenza a lungo termine dell’azienda.
Nel capitolo 2, si mette in evidenza la relazione tra l’incertezza a vari livelli scatenata dalla turbolenza e la pianificazione strategica. Vengono analizzate le difficoltà di elaborare una buona pianificazione e le caratteristiche di un nuovo sistema di management in grado di rilevare le turbolenze nell’ambiente esterno ed elaborare scenari e strategie prevedibili.
Nel capitolo 3 vengono descritti i nuovi comportamenti che le aziende dovrebbero adottare per essere reattive, forti e resistenti facendo ricorso anche alle perfomance di aziende nel passato.
Infine, nel capitolo 4 vengono analizzati due casi aziendali, “Hp ” e “Cisco System” che hanno dimostrato come è possibile sopravvivere ma soprattutto crescere in periodi turbolenti grazie allo sviluppo di strategie “vincenti”.
Vengono considerate i fattori di successo in ambito strategico con particolare attenzione all’innovazione, all’adattamento ai mercati emergenti, ad un’ attenta gestione dei costi e alla gestione dei talenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Prefazione. Il mondo delle imprese sta oggi vivendo una fase di profonda trasformazione e questo è dovuto in particolare alla velocità di evoluzione dei mercati e alle crescenti variabili da tenere in considerazione. Tali dinamiche costringono le organizzazioni a cercare un continuo adattamento, questo non è però una condizione sufficiente: le imprese stesse infatti dovrebbero promuovere il continuo cambiamento, identificando in esso un’opportunità per crescere. Il mondo oggi è più interconnesso e interdipendente che mai. La globalizzazione ha prodotto una tale integrazione dei sistemi che nessun paese e nessuna azienda si può sentire al sicuro dagli effetti delle grandi trasformazioni che avvengono in ogni angolo del mondo. Ciò fa si che le turbolenze siano sempre più numerose e il loro impatto sempre più diffuso e intenso. La complessità, il rischio e l’incertezza del mondo degli affari ha reso ancora più ardua la sfida di gestire un’azienda in un’economia perturbata. Il presente lavoro vuole essere un contributo finalizzato a far conoscere le possibili strategie da attuare per sopravvivere e riuscire a crescere in periodi turbolenti. In tale lavoro si cerca, pertanto, di fornire un quadro abbastanza dettagliato della situazione in atto. Per affrontare questo nuovo ambiente, nel capitolo 1 vengono individuate le molteplici cause della turbolenza che costringono il management ad adottare nuovi comportamenti strategici, se intende ridurre la vulnerabilità e moltiplicare le opportunità in modo rapido e sistematico. Vengono descritte le reazioni in termine di “taglia e fuggi” dei manager in periodi di recessione e turbolenza, e le conseguenze spesso negative di queste misure sulla sopravvivenza a lungo termine dell’azienda. Nel capitolo 2, si mette in evidenza la relazione tra l’incertezza a vari livelli scatenata dalla turbolenza e la pianificazione strategica. Vengono analizzate le difficoltà di elaborare una buona pianificazione e le caratteristiche di un nuovo sistema di management in grado di rilevare le turbolenze nell’ambiente esterno ed elaborare scenari e strategie prevedibili.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Salvatore Bosco Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1038 click dal 22/09/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.