Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione della malnutrizione nelle strutture residenziali per anziani

Come in molti Paesi occidentali, anche in Italia la popolazione anziana è in netto incremento; gli anziani sono a rischio di malnutrizione non tanto per l’età ma per le situazioni sfavorevoli ad essa correlate. Vi sono molti fattori che possono influenzare negativamente lo stato nutrizionale: la solitudine, la condizione di vedovanza, il basso reddito, la presenza di malattie croniche, la depressione, la politerapia, l’ospedalizzazione, una scarsa cultura alimentare. In aggiunta, l’istituzionalizzazione e la perdita di autonomia sono chiamati in causa fra i fattori che predispongono all’insorgenza di uno stato di malnutrizione nella persona anziana.
L’importanza del riconoscimento della malnutrizione dipende dalla stretta correlazione tra malnutrizione e rischio di morbilità e mortalità.
Le strutture residenziali hanno un ruolo importante nella presa in carico dei problemi assistenziali dell’anziano. La conoscenza e il riconoscimento del problema nutrizionale consente una precoce individuazione del rischio di malnutrizione e l’attivazione di interventi specifici.
La prima parte della tesi revisiona la letteratura e descrive il problema della malnutrizione nell’anziano evidenziando le ricadute cliniche, gli strumenti per l’accertamento e la valutazione dello stato nutrizionale (valutazione clinica, indagini biumorali e strumentali) e gli aspetti specifici legati all’istituzionalizzazione.
La seconda parte della tesi propone dettagliatamente un progetto di miglioramento per la gestione del rischio di malnutrizione all’interno di una struttura residenziale della provincia di Verona. Partendo dall'analisi del contesto si evidenziano le problematiche, vengono definiti gli obiettivi con i propri indicatori specifici, gli standard da raggiungere e gli strumenti da utilizzare; inoltre viene previsto il programma delle attività specifiche con le figure professionali coinvolte, le azioni da compiere e i tempi da rispettare.
La finalità del progetto di miglioramento è di identificare e analizzare le criticità presenti riguardo la gestione della nutrizione nell’anziano e di costruire un sistema di valutazione e gestione del rischio di malnutrizione all’interno della presa in carico della persona anziana.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 MATERIALE E METODI Al fine dell’elaborazione della tesi, si è provveduto ad una revisione della letteratura per comprendere la rilevanza della problematica all’interno del mondo scientifico. Le fonti bibliografiche sono state estrapolate attraverso il motore di ricerca Pubmed utilizzando parole chiavi come “malnutrition”, “nutrition”, “elderly”, “frail elderly”, “long-care”, “nursing homes”, “assessment”. Sono state consultate le linee guida presso il sito del National Guidelines Clearinghouse (www.guidelines.gov) e le fonti bibliografiche presenti nel sito dell’Evidence-based Nursing (www.evidencebasednursing.it). Infine, sono state visionate riviste geriatriche presso il sito della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia (SIGG) e riviste infermieristiche italiane. Il progetto di miglioramento ha richiesto l’analisi del contesto attraverso la raccolta di dati strutturali e di processo dell’istituto residenziale. L’ideazione del progetto è avvenuta attraverso l’uso di metodologia progettuale con l’identificazione del problema, degli obiettivi, dei possibili indicatori e strumenti. Il diagramma di Ishikawa e il diagramma di Gant sono stati utilizzati rispettivamente nell’analisi del problema e nella pianificazione delle attività.

Tesi di Master

Autore: Pierpaolo Posenato Contatta »

Composta da 29 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3834 click dal 23/09/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.