Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione del Sistema Qualità nelle imprese industriali

Sono sempre più numerose le imprese che, a prescindere dalla loro dimensione, intraprendono la via della “Qualità”. Dar vita ad un Sistema Qualità nell’ambito della propria struttura organizzativa, vuol dire prender consapevolezza che anche la più piccola fase dell’attività è opportuno sia pianificata, eseguita nel rispetto di determinate norme, documentata e sottoposta ad adeguati controlli. Operare in Qualità conduce, nel medio/lungo termine, ad una riduzione dei costi e degli sprechi (anche di tempo!), a migliori livelli di produttività, ad una più efficace collaborazione tra le diverse aree aziendali e, non ultima, alla soddisfazione del cliente.
Le aziende che decidono di implementare un Sistema Qualità lo fanno, o perché gli è imposto da leggi o regolamenti, o perché puntano all’allargamento della quota di mercato o per tenere il passo della concorrenza. Il management di molte di esse approccia la questione con scetticismo, sbagliando. L’alta Direzione, al contrario, dev’essere il motore portante del nuovo modo di agire in azienda ed è tenuta a diffonderne i concetti fino all’ultimo livello operativo.
La mia tesi illustra in che modo si fa Qualità nelle diverse funzioni aziendali, dall’approvvigionamento dei materiali (o servizi) fino alla distribuzione del prodotto finale.
Tratta, inoltre, il tema della certificazione, spiega il contenuto delle norme ISO e dedica un capitolo ai costi della Qualità.
BUONA LETTURA.

Mostra/Nascondi contenuto.
VI INTRODUZIONE La sfida su cui, già da tempo, si concentrano i maggiori sforzi imprenditoriali, riguarda l’evoluzione delle imprese verso sistemi organizzativi che favoriscano la competitività. La progressiva spinta verso mercati globalizzati, fortemente concorrenziali ed in continuo mutamento, ha reso del tutto inefficace una gestione aziendale fondata sulla staticità delle organizzazioni. Le repentine inversioni di rotta dell'andamento economico mondiale richiedono al Management una sempre maggiore attenzione nel difficile compito di conduzione di un’azienda, in quanto gli è ormai necessariamente imposto di riferirsi ad un quadro gestionale basato sul dinamismo, sulla capacità di reazione ed adattamento dell'impresa. Il cambiamento, pertanto, diviene l'unica costante in un ambiente fortemente competitivo, caratterizzato da una elevata instabilità di tutti i mercati. Solo attraverso una radicale rivisitazione delle logiche manageriali finora adottate sarà possibile far fronte alla sfida della globalizzazione. Fattori determinanti per il perseguimento di tale obiettivo risultano: • l’innovazione della capacità e dello stile di conduzione dirigenziale; • la flessibilità e l’ordinato decentramento delle responsabilità nell’organizzazione d’impresa; • la valorizzazione e l’appropriato impiego delle risorse umane;

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gennaro Campanile Contatta »

Composta da 268 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6868 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.