Skip to content

Le Agenzie di Sviluppo locale come strumento del marketing territoriale: modelli ed esperienze nazionali ed internazionali a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Anna Rosaria Mariano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Economia
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Valentina Della Corte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

Nel corso degli ultimi decenni, la crescente globalizzazione ha profondamente trasformato il concetto di territorio e ne ha condizionato l’evoluzione sia nella sua dimensione politico-istituzionale sia, e soprattutto, negli aspetti economici e produttivi. Nel nuovo scenario globale si riducono le distanze tra aree geografiche e, parallelamente, aumenta la mobilità degli individui, delle organizzazioni, delle risorse materiali e immateriali. Le imprese si spostano con grande facilità per produrre beni e servizi. Allo stesso tempo, gli individui si spostano per soddisfare bisogni sempre più complessi. In tale contesto, le grandi città, le regioni, i distretti industriali hanno iniziato a proporsi come spazi economici e sociali in grado di attrarre organizzazioni, individui, attività economiche e risorse
In questo modo, si è diffuso nei sistemi economici moderni, il concetto di area territoriale quale spazio economico e sociale d’attrazione, con un proprio complesso insieme d’offerta costituito da infrastrutture, servizi e risorse. Conseguentemente regioni, città e distretti industriali, hanno compreso l’importanza di fronteggiare tali processi di crescente competizione globale ed hanno cominciato a servirsi di nuovi principi e metodi di gestione per costruire, difendere o potenziare l’attrattività. Molte entità territoriali hanno gradualmente adottato logiche, tecniche e strumenti di gestione strategica d’impresa, facendo ricorso ai principi di marketing per accrescere la competitività del territorio.
La nascita del marketing territoriale e la diffusione, a livello locale, di metodi di gestione strategica più direttamente funzionali al rafforzamento della posizione competitiva deve essere inserita in questo contesto. Il successo del marketing territoriale è stato la conseguenza e per certi versi anche una delle cause di un altro fenomeno rilevante negli ultimi decenni: la rapida diffusione di agenzie specializzate nel marketing del territorio, meglio conosciute come Agenzie di sviluppo locale. Il presente lavoro intende fare maggiore chiarezza sulla rilevanza del marketing territoriale, proponendo uno studio che da un lato possa mettere in luce le caratteristiche e gli aspetti più importanti del marketing come scienza applicata al territorio, e dall’altro, riesca a dimostrare la validità operativa delle agenzie nel favorire lo sviluppo locale con particolare riferimento al turismo.
Nel primo capitolo, sono fissati gli obiettivi e definiti alcuni assunti di ricerca. Viene inoltre introdotto il quadro teorico di riferimento: la Stakeholder Theory. Il lavoro muove, infatti, dalla convinzione che, nella delimitazione di un territorio oggetto di marketing territoriale, occorra superare i confini amministrativi e geografici e passare a un’individuazione delle reti di valore che su di esso si vengono a creare.
Nel secondo capitolo, si analizzano le ragioni dell’attualità del marketing territoriale e l’evoluzione storica del concetto.
Nel terzo capitolo, si cerca di inquadrare il ruolo delle Agenzie di sviluppo locale, evidenziandone storia, quadro normativo di riferimento, funzioni, caratteri operativi e possibili linee evolutive future.
Il quarto capitolo mira ad analizzare l’evoluzione e l’organizzazione delle agenzie di sviluppo in alcuni paesi europei: vengono presentati i casi di Francia, Irlanda e Inghilterra, paesi visti come esempi di successo. Tale analisi è poi confrontata con la situazione in Italia, che viene presentata nel quinto capitolo. Si vuole con ciò evidenziare la debolezza del sistema-Paese italiano nell’applicazione di logiche di marketing territoriale.
Nell’ultima parte del lavoro viene presentato il caso di un’agenzia di sviluppo che opera in Campania: la TESS – Costa del Vesuvio. Attraverso tale analisi, si intende mostrare la prassi operativa di un’agenzia e il ruolo che un’agenzia può avere nella crescita di un territorio difficile come quello campano, con particolare riferimento al turismo come leva per lo sviluppo. Si cerca così di focalizzare l‟attenzione su ciò che avviene effettivamente in pratica, per evidenziare quelle che sono state le differenze e divergenze nel passaggio dall’aspetto teorico a quello operativo.
Inoltre, data l’importanza delle reti di relazioni che un’Agenzia riesce a creare sul territorio in cui opera, nonché della capacità di ascoltare le richieste dei vari attori locali, nell’analisi dell’Agenzia TESS si esaminano i legami che essa è riuscita a instaurare con gli stakeholder dell’area Torrese-Stabiese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Nel corso degli ultimi decenni, la crescente globalizzazione ha profondamente trasformato il concetto di territorio e ne ha condizionato l‟evoluzione sia nella sua dimensione politico-istituzionale sia, e soprattutto, negli aspetti economici e produttivi. Nel nuovo scenario globale si riducono le distanze tra aree geografiche e, parallelamente, aumenta la mobilità degli individui, delle organizzazioni, delle risorse materiali e immateriali. Le imprese si spostano con grande facilità per produrre beni e servizi, per svolgere specifiche fasi dei processi produttivi, oppure alla ricerca di nuovi mercati di sbocco, di costi di produzione più bassi, di diversi partner con i quali cooperare per lo sviluppo di nuove competenze e quante altre sinergie consentano di valorizzare il patrimonio di risorse e capacità. Allo stesso tempo, gli individui si spostano per soddisfare bisogni sempre più complessi verso luoghi attrattivi, in grado di accrescere professionalità e potenzialità lavorative e di valorizzare il tempo libero a disposizione. In tale contesto, le grandi città, le regioni, i distretti industriali hanno iniziato a proporsi come spazi economici e sociali in grado di attrarre organizzazioni, individui, attività economiche e risorse [Napolitano, 2000]. I soggetti chiave dell‟economia sono così diventate le reti territoriali anche in conseguenza della perdita di centralità dello Stato-nazione, sempre meno in grado di favorire lo sviluppo di un‟area o anche solo di sostenerne la crescita [Cercola, 1999]. In questo modo, si è diffuso nei sistemi economici moderni, il concetto di area territoriale quale spazio economico e sociale d‟attrazione, con un proprio complesso insieme d‟offerta costituito da infrastrutture, servizi e risorse, rivolto a potenziali investitori alla ricerca di vantaggi competitivi sostenibili. Conseguentemente regioni, città e distretti industriali (europei e statunitensi in primis), hanno compreso l‟importanza di fronteggiare tali processi di crescente competizione globale ed hanno cominciato a servirsi di nuovi principi e metodi di gestione per costruire, difendere o potenziare l‟attrattività. Molte entità territoriali hanno gradualmente adottato logiche, tecniche e strumenti di gestione strategica d‟impresa, facendo ricorso ai principi di marketing per accrescere la competitività del territorio e per attrarre quote di capitale dal mercato finanziario, attività

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agenzie di sviluppo
costa del vesuvio
datar france
eurada
ida ireland
investimenti diretti esteri
invitalia
marketing territoriale
obiettivo convergenza
pianificazione strategica
programmazione 2007-2013
rda's
rete territoriale
stakeholder theory
sviluppo italia
sviluppo locale
territorio= impresa
tess
wda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi