Skip to content

L'incidenza del diritto comunitario sulle privatizzazioni: aiuti di stato e principio di non discriminazione

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Liberatore
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Luca G. Radicati di Brozolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Questo lavoro discute il controllo dei processi di privatizzazione, sia sotto il profilo della scelta sia sotto quello delle modalità, negli Stati membri, da parte della Commissione e della Corte di Giustizia alla luce dell'applicazione delle norme sugli aiuti di Stato, il principio di non discriminazione in base alla nazionalità e le norme che ne costituiscono la naturale estrinsecazione. In particolare si sofferma sulla domanda se e in quale misura tale controllo sia compatibile con la neutralità sancita nel Trattato CE verso le scelte degli Stati membri in materia di proprietà economica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I IL REGIME DELLA PROPRIETÀ SECONDO IL TRATTATO: RILEVANZA DEL PRINCIPIO DI NEUTRALITÀ I.1. Impatto dell’art. 295 del Trattato CE sul regime della proprietà negli Stati membri. Il sistema economico comunitario, basato sull’economia di mercato e sulla libertà di concorrenza 1 , riconosce in via esplicita a- gli Stati membri la possibilità di intraprendere attività economiche di portata generale. In armonia con l’art. 295 del Trattato CE 2 , in- fatti, viene lasciata del tutto impregiudicata la scelta del regime di proprietà dei beni e dei mezzi di produzione all’interno degli Stati membri 3 . 1 Si veda M. SIRAGUSA, Privatisation and EU Competition Law, in Fordham Corporate Law Institute Review, 1995, p. 375, per il quale: “the competition rules of the Treaty both protect competition as an economically desiderable force and preserve individual economic freedom as one of the fundamental political freedoms guaranteed by a democracy. These rules are based on the fundamental liberal bilief that market forces should be the principal regulating factor in the economy”; M. MONTI, Commissario europeo per la Concorrenza, Modernisation of the EU Competition Rules, Launch of the Competition Act 1998, London, 2 marzo 2000, per il quale l’attuazione di un’economia di mercato aperto costituisce il principale fondamento dell’Unione Europea. 2 L’art. 295 (ex 222) del Trattato CE (secondo la nuova numerazione introdotta dal Trattato di Amsterdam, entrato in vigore il 1 maggio 1999) dispone che: “il presente Trattato lascia del tutto impregiudicato il regime di proprietà esistente negli Stati membri”. 3 Si veda, tra gli altri, F. SALBERINI, Disciplina comunitaria della concorrenza e intervento stata- le nell’economia, Giuffrè, Milano, 1969, per il quale, p. 33: “l’articolo in questione […] riserva agli Stati membri l’ordinamento della proprietà e delle appartenenze, è diretto altresì a regolare le ini- ziative economiche pubbliche e private secondo un rapporto di interdipendenza”; P. DIBOUT, Article 222, in Traité isituant la CEE Commentaire article par article, Economica, Paris, 1992, p. 1390, per il quale: “l’article 222 manifeste la volonté des rédactoreurs du Traité d’exprimer sa neu- tralité en matière de réglamentation de la propriété. Cette neutralité est clairement soulignée par la construction et les termes de la phrase retenue”; C. D. EHLERMANN, Imprese pubbliche e controllo degli aiuti di stato, in Riv. Ital. Dir. Pubbl. Comunitario, 1992, p. 413, per il quale: “l’articolo 222 quale che sia il suo significato giuridico, viene generalmente inteso come espressione del principio fondamentale di non discriminazione della Comunità in materia di proprietà privata o pubblica delle imprese”; G. TESAURO, Intervento pubblico nell’economia e art. 90, n. 2, del Trattato CE, in Il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi