Skip to content

Il ruolo della fiducia nella GDO. Il caso della Desparcampania

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Gigantino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia ed amministrazione delle imprese
  Relatore: Maria Teresa Cuomo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Questa tesi si propone di indagare il complesso fenomeno della fedeltà del cliente, ed analizzare lo sviluppo dei programmi legati alla fidelity card. Negli anni lo sviluppo delle relazioni con la clientela ed il consolidamento della fedeltà è diventato un obiettivo prioritario nelle strategie di marketing di molte imprese. Numerosi studi, hanno dimostrato che l’orientamento della fedeltà comporta una serie di benefici concreti e sostanziali per l’impresa perchè in grado di influenzare direttamente e significativamente la redditività, l’immagine ed il clima aziendale. La consapevolezza che il cliente diventi una risorsa scarsa e sempre più costosa, obbliga le imprese a concentrarsi sulla continuità della relazione come condizione necessaria per garantirsi redditività e sopravvivenza nel lungo periodo. L’obiettivo del lavoro è esaminare i motivi che hanno condotto il cliente come il principale asset strategico dell’impresa, oltre che analizzare i presupposti e gli indirizzi di marketing con cui possono instaurarsi e consolidarsi relazioni di fedeltà tra impresa e cliente, soprattutto alla luce delle nuove opportunità create dall’avanzamento delle competenze di marketing e delle nuove tecnologie dell’informazione, che consentono l’implementazione di politiche di micromarketing. La possibilità di identificare la propria customer base e di monitorare il comportamento d’acquisto nel tempo, offerta dalle nuove tecnologie dell’informazione, rappresenta un’opportunità ineguagliabile per l’impresa distributiva, proprio perchè il retailer ha l’opportunità di indirizzare le politiche di marketing non più al mercato generale, ma a specifici segmenti della clientela, individuati principalmente in base ai comportamenti d’acquisto, di consumo e di distanza dal punto vendita, adottando una logica di offerte speciali e di comunicazione personalizzate, bilaterali e segrete. La carta commerciale consente di “dare un nome ad un anonimo scontrino”: l’impresa ha la possibilità di procedere ad una segmentazione più fine, identificando quei clienti che risultano più profittevoli ed a più elevato margine commerciale. Si è voluto approfondire l’impatto dei programmi fedeltà, in particolare di quelli legati allo sviluppo della carta commerciale, proprio perché questi costituiscono lo strumento operativo privilegiato di un’impresa orientata al micromarketing. Il lavoro termina con l’analisi di un caso empirico, per cercare di dare uno sguardo alla realtà e capire come si sviluppano concretamente i concetti descritti nel corso della trattazione.
Nella seconda parte del lavoro è stato trattato il caso empirico Desparcampania, il centro distributivo campano del consorzio Despar Italia. In seguito alla presentazione dell’azienda, alla missione ed ai valori, l’attenzione si rivolge al programma fedeltà imperniato sull’utilizzo della fidelity card Sempremia. Si è proceduto ad una classificazione del programma, descrivendone le dimensioni rilevanti “grado di segmentazione della clientela e differenziazione delle condizioni di vendita”, specificandone le leve utilizzate, sconti e premi, opportunamente distinte in base ai vantaggi previsti per i soli titolari di carta, riportando così obiettivi, struttura e politiche di marketing adottate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Parte prima Capitolo primo Il relationship marketing: caratteristiche e nuovi approcci. 1.1. Premessa Termini come “Marketing Relazionale”, Customer Relationship Management, oggi sono sulla bocca di tutti. A questa grande popolarità non corrisponde però una chiara definizione del loro esatto significato. I termini in questione vengono usati perlopiù in modo intercambiabile e a seconda dei contesti. Il marketing relazionale, può essere definito come: lo studio teorico delle relazioni che le imprese possono intessere con gli stakeholder (in modo particolare con i clienti) e dei network definiti dall‟intreccio di tali relazioni. Il CRM (Customer Relationship Management), invece, può essere definito come: l‟insieme di strategie attraverso le quali l‟impresa può costruire, mantenere, sviluppare o interrompere relazioni stabili, leali con i propri clienti. Le risorse che l‟impresa deve sviluppare sono risorse di conoscenza e di fiducia, così da soddisfare le esigenze del consumatore in modo diverso rispetto alla concorrenza, attraverso il miglioramento continuo delle relazioni con i 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carte fedeltà
cavamarket
customer loyalty
customer satisfaction
despar
desparcampania
marketing
micromarketing
programma fedeltà
relationship
sempremia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi