Skip to content

Numerical Analysis of the Electrical Interconnections Between LHC Superconducting Magnets

Informazioni tesi

  Autore: Marco Casali
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria energetica e nucleare
  Relatore: Marco Breschi
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 148

Magneti e circuiti superconduttivi sono indispensabili per la moderna fisica delle alte energie. Sono infatti richiesti campi magnetici elevatissimi per accelerare, focalizzare, manipolare ed analizzare i fasci di particelle cariche utilizzati per investigare la struttura della materia.
In fase di progettazione è fondamentale uno studio approfondito della stabilità e dei sistemi di protezione che entrano in funzionamento in caso di una transizione dei circuiti al normale stato resistivo. Sono quindi necessari modelli numerici in grado di analizzare dettagliatamente i fenomeni termici, elettromagnetici, fluido-dinamici e meccanici che hanno luogo nei cavi.
Questa tesi è stata svolta presso le strutture del CERN di Ginevra nell’ambito del progetto Large Hadron Collider (LHC), l’acceleratore di particelle più potente mai costruito. Scopo dell’LHC è cercare risposte a questioni ancora irrisolte come l’origine della massa e la possibile unificazione di tutte le interazioni conosciute in un’unica teoria.
Obbiettivi principali della mia ricerca sono stati:
• l’analisi dell’incidente, verificatosi il 19 Settembre 2008 durante un test di alimentazione dei circuiti elettrici dei dipoli superconduttori, che ha danneggiato gran parte dell’acceleratore impedendone la riaccensione per più di un anno;
• l’analisi di stabilità delle interconnessioni tra i magneti dipolari e quadrupolari in funzione della qualità di fabbricazione, delle condizioni di funzionamento e dei parametri che definiscono il sistema di protezione;
• lo studio del meccanismo di scambio termico tra l’interconnessione e l’elio refrigerante, importante ai fini della modellizzazione della transizione dallo stato superconduttivo a quello resistivo.
L’analisi svolta ha permesso di individuare i parametri principali che caratterizzano la stabilità del componente studiato e l’impatto di un loro miglioramento sia in presenza che in assenza di elio refrigerante.
Tali parametri sono:
• la costante di tempo di decadimento della corrente sui circuiti dipolari e quadrupolari τDU M P ;
• il Rapporto di Resistività Residua RRR del rame presente nella matrice del cavo superconduttivo e del rame stabilizzatore;
• la capacità di raffreddamento dell’elio nelle due fasi liquide He I ed He II ed in quella supercritica;
• la distribuzione spaziale delle mancanze di saldatura all’interno delle interconnessioni in prossimità delle splice.
Come era lecito aspettarsi il ruolo principale nell’estrazione di calore è svolto dall’elio refrigerante, il che comporta un maggiore impatto dell’RRR del rame sulla stabilità e rende trascurabili, in caso di quench localizzato sull’interconnessione, gli effetti della riduzione del tempo di scarica della corrente pianificata. Tale riduzione diventa però significativa in caso di mancanza di refrigerante all’interno della “cold mass”, situazione che potrebbe verificarsi in caso di un quench che si propaga dalla zona dei magneti e che in casi estremi può portare alla completa evaporazione dell’elio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 Introduction to Superconductivity It was the beginning of the 20th century when in the Leiden laboratory of the Dutch physicist Heike Kamerlingh Onnes the liquefaction of helium, the last remaining gas to be liquefied, was achieved. The most common method to liquefy a gas is to compress it; however, if the temperature of that gas is higher than the critical point, even under strong pressure it is impossibile to achieve the liquid state. Figure (1.1) Phases Diagram. In order to obtain the transition from the gas state to the liquid state it is important to know the minimun temperature at which this phenomenon can be seen, that is the critical point temperature, then to cool down the gas before compressing it. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

lhc
quench
helium
superconductivity
electric circuits
magnets
superfluids

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi