Skip to content

Tool e metodologie informatiche per il contrasto alla pedofilia online ed alla pedo-pornografia

Informazioni tesi

  Autore: Angela Spanti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Giovanni Pizzimenti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

La tesi è stata strutturata in modo da presentare, attraverso un percorso “guidato”, i fenomeni della pedofilia online e della pedo-pornografia al fine di osservarli da diversi punti di vista. Tale percorso è stato “idealmente” suddiviso in tre diverse fasi:

1. prevede lo studio dei suddetti fenomeni partendo dalle loro definizioni; successivamente viene presentato un breve excursus storico sull’evoluzione della pedofilia nel corso degli anni; infine viene esposto il quadro normativo nazionale, europeo ed internazionale con particolare attenzione a quello vigente in Italia.

2. prevede l’approfondimento del profilo e del modus operandi del cyber-pedofilo, inoltre, vengono presentate le tecniche di grooming; successivamente vengono analizzati i tool utilizzati dalla Polizia delle Comunicazioni per il contrasto alla pedofilia ed alla pedo-pornografia; infine vengono esposti i progetti di ricerca ed i meccanismi di prevenzione.

3. prevede la presentazione di alcuni report annuali (dal 2007 al 2010), redatti dalle associazioni che si occupano della tutela dei minori, al fine di far prendere coscienza dei rischi nei quali un minore può incorrere durante la navigazione, se effettua un uso scorretto degli strumenti messi a disposizione dalla rete.

Per far conoscere tutte le fasi di un’indagine forense è stato creato un “caso pratico”, il quale prevede la fase di acquisizione delle evidenze digitali, l’analisi delle stesse e la creazione di un report finale da presentare in sede di dibattimento.

A conclusione del lavoro sono state realizzate delle interviste, con alcuni esperti del settore, per mettere in luce i diversi punti di vista su alcune tematiche riguardanti la pedofilia online e la pedo-pornografia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 2 PEDOFILIA, PEDO-PORNOGRAFIA E PORNOGRAFIA VIRTUALE “La pedofilia è una deviazione sessuale in cui si manifesta un interesse erotico per fanciulli impuberi, maschi o femmine, talora limitato al desiderio o al tentativo di seduzione, oppure unito ad esibizionismo, sadismo, feticismo”. “Per pedo-pornografia si intende qualsiasi rappresentazione, con qualunque mezzo, di un bambino dedito ad attività sessuali esplicite, concrete o simulate o qualsiasi rappresentazione degli organi sessuali di un bambino”. “Per pedo-pornografia virtuale si intendono tutte quelle immagini realizzate sovrapponendo ad un corpo adulto che compie atti sessuali il volto di un minore, oppure quei disegni ottenuti mediante l’impiego di meccanismi informatici tali da non rendere evidente il confine tra realtà e apparenza”. 2.1 Evoluzione storica della pedofilia Con lo sviluppo di internet, gli studiosi, hanno dovuto rilevare la presenza di una nuova dimensione organizzata della pedofilia; pur se quantitativamente meno significativa rispetto alle forme “classiche”, essa riesce a mettere in connessione pedofili di tutto il mondo, i quali corrono minori rischi di essere scoperti, vista l’enorme quantità di collegamenti presenti e l’impossibilità di monitorare tutto il traffico che “attraversa” la rete. 2.1.1 La pedofilia nella Grecia classica La pedofilia ebbe la massima diffusione tra il VI ed il IV secolo a.C. a Sparta ed Atene. Essa consisteva in una relazione sessuale tra adulti maschi e adolescenti, spesso all'interno di un'esperienza spirituale e pedagogica attraverso la quale l'amante adulto trasmetteva le virtù del cittadino. Il coinvolgimento di molti maestri del tempo, tra cui Socrate e Platone, così come la poesia di Alceo e Anacreonte rendono possibile un'ingente quantità di documenti sulla pederastia - intesa come relazione sessuale di un adulto ed un minore di età compresa tra i dodici ed i diciotto anni, - considerata lecita e riconosciuta come forma pedagogico-educativa; a differenza della concezione Note S. FURFARO, Pedofilia. Un fenomeno giuridico e sociologico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

computer forensics
cyber pedofilo
informatica forense
pedo-pornografia
pedofilia
pornografia virtuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi