Skip to content

Le imprese di Alta Moda tra valore dell'estetica e razionalità del Cost Control. Il caso della Brioni Roman Style s.p.a.

Informazioni tesi

  Autore: Sara Varrasso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Domenico Raucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 204

Il settore dell’alta moda è uno dei pochi ambiti produttivi, nel nostro paese, che oltre ad avere un rilevante peso nell’economia nazionale, e anche uno dei campi di eccellenza del made in Italy nel mondo. È questo il motivo per cui abbiamo deciso di prendere come oggetto del nostro lavoro proprio queste realtà. Un altro aspetto che ci ha condotti in tale analisi è stata la consapevolezza che negli ultimi anni queste imprese hanno dimostrato un grande dinamismo, con continui investimenti nel settore e crescite rilevanti. Il mutamento è stato profondo, in quanto fino ad ora il settore era prevalentemente a conduzione familiare, negli ultimi anni, invece, sono nati diversi gruppi aziendali in grado di ottenere riconoscimenti in tutto il mondo. Quindi l’obiettivo del nostro lavoro è quello di analizzare le fasi del controllo di gestione in tali imprese, e osservare che importanza hanno tali strumenti nelle in dette realtà. A nostro avviso, proprio l’elevata crescita e gli elevati margini di profitto conseguiti dovrebbe indurre tali imprese ad adottare meccanismi di controllo di gestione. Infatti l’adozione di tali strumenti per imprese che operano in un contesto dove la tempestività la fa da padrona, a nostro avviso, diviene fondamentale. Infatti i vincoli imposti dagli “appuntamenti” del mondo della moda fanno sì che le collezioni si debbano evolvere secondo una tempistica ben precisa che non ammette ritardi.
L’analisi inizia con un capitolo di introduzione al settore moda, il quale possiede dei caratteri sicuramente differenti rispetto agli altri settori industriali e per cui si è sentita la necessità di esporre questi temi con il dovuto approfondimento. Infatti già analizzando il sistema competitivo di tale settore si rintracciano diverse peculiarità, dalla filiera alla logica delle collezioni, le differenze concettuali sono notevoli. Nel capitolo, poi, si lascia spazio al sistema informativo aziendale nelle imprese del fashion in modo da introdurre il capitolo successivo.
Infatti il secondo capitolo, il cuore del lavoro, si occupa proprio del ruolo dei costi in tali imprese, analizzando prima il concetto di costo e le sue possibili classificazioni, in modo da dare gli strumenti per la lettura, e poi aspetti più legati alla moda. Ci si riferisce alle principali tipologie di costo presenti in tali imprese, ossia costi di collezione, comunicazione e varietà, e al ruolo svolto da tecniche di rilevazione dei costi come direct costing, full costing, ABC. Un aspetto di sicuro interesse è la rilevazione in dette imprese del conto economico di stagione e di cliente, proprio a sottolineare la differenza esistente con altri settori produttivi.
Il terzo capitolo è stato, invece, concepito per riportare l’importanza dei meccanismi di feed-back e di conseguenza il ruolo del sistema di budgeting nelle suddette imprese. In tale ambito, quindi, si è deciso di analizzare l’iter di costruzione, i principali documenti preliminari e due importanti tipologie di budget: produzione e tesoreria. Il capitolo si conclude con l’analisi degli scostamenti e il reporting nelle imprese dell’alta moda, le quali hanno la necessità di redire tali documenti in quanto il settore è scandito da tempi ristretti, basta pensare alle collezioni che, di fatto, determinano in un anno, due periodi ben distinti.
Infine nell’ultimo capitolo ci siamo occupati dello studio di due casi aziendali: la Brioni Roman Style SpA e il Gruppo Salvatore Ferragamo. La scelta delle due aziende non è dovuta al caso, bensì si è deciso consapevolmente di analizzare queste due imprese perché rappresentano la storia dell’alta moda nel nostro paese. L’analisi per le due aziende è stata effettuata percorrendo, dapprima, la storia e il profilo aziendale, poi la composizione del gruppo ed infine il controllo di gestione. Entrambi i gruppi hanno alle spalle un’importante storia, il legame con volti famosi che contraddistingue la Brioni, e la conduzione familiare, ma al contempo capace di colpire i mercati d’oltre oceano, del Gruppo Ferragamo. La Brioni, affiancata dalle altre imprese del gruppo, è il simbolo dell’alta moda maschile, Salvatore Ferragamo nasce e continua la sua ascesa producendo calzature.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il settore dell’alta moda è uno dei pochi ambiti produttivi, nel nostro paese, che oltre ad avere un rilevante peso nell’economia nazionale, e anche uno dei campi di eccellenza del made in Italy nel mondo. È questo il motivo per cui abbiamo deciso di prendere come oggetto del nostro lavoro proprio queste realtà. Un altro aspetto che ci ha condotti in tale analisi è stata la consapevolezza che negli ultimi anni queste imprese hanno dimostrato un grande dinamismo, con continui investimenti nel settore e crescite rilevanti. Il mutamento è stato profondo, in quanto fino ad ora il settore era prevalentemente a conduzione familiare, negli ultimi anni, invece, sono nati diversi gruppi aziendali in grado di ottenere riconoscimenti in tutto il mondo. Quindi l’obiettivo del nostro lavoro è quello di analizzare le fasi del controllo di gestione in tali imprese, e osservare che importanza hanno tali strumenti nelle in dette realtà. A nostro avviso, proprio l’elevata crescita e gli elevati margini di profitto conseguiti dovrebbe indurre tali imprese ad adottare meccanismi di controllo di gestione. Infatti l’adozione di tali strumenti per imprese che operano in un contesto dove la tempestività la fa da padrona, a nostro avviso, diviene fondamentale. Infatti i vincoli imposti dagli “appuntamenti” del mondo della moda fanno sì che le collezioni si debbano evolvere secondo una tempistica ben precisa che non ammette ritardi. L’analisi inizia con un capitolo di introduzione al settore moda, il quale possiede dei caratteri sicuramente differenti rispetto agli altri settori industriali e per cui si è sentita la necessità di esporre questi temi con il dovuto approfondimento. Infatti già analizzando il sistema competitivo di tale settore si rintracciano diverse peculiarità, dalla filiera alla logica delle collezioni, le differenze concettuali sono notevoli. Infatti basta soffermare la nostra attenzione sulla logica delle collezioni per accorgersi che questo aspetto plasma l’intera vita dell’azienda. L’attività di creazione di una collezione è, infatti, scandita da diverse fasi: progettazione e sviluppo, presentazione, raccolta degli ordini, produzione e consegna. Ciò richiede una estrema tempestività, anche per il fatto che l’esercizio amministrativo di dette imprese è

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brioni roman style
controllo di gestione
cost control
moda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi